Guerra Apple-Facebook sui dati – La rassegna del 28 aprile

0
169

Nella Silicon Valley è iniziata una battaglia tra giganti che ha al centro i nostri dati (Avvenire p.27, Quotidiano Nazionale p-27). Lunedì Apple ha lanciato l’aggiornamento alla versione 14.5 dei sistemi operativi degli iPhone, degli iPad e delle Apple tv. Tra le novità c’è la App Tracking Transparency, la nuova politica sul tracciamento degli utenti. Secondo l’agenzia di performance marketing Tinuiti la percentuale di utenti con dispositivi Apple che concede alle app il permesso di “tracciarli” scenderà dal 70% a circa il 10-15%. Una catastrofe per chi vive di pubblicità online. Soprattutto per Facebook, la cui forza sta tutta nella capacità di offrire agli investitori pubblicitari la possibilità di fare inserzioni mirate su ognuno dei suoi 2,8 miliardi di utenti, di cui conosce amicizie, interessi, passioni e un sacco di altre cose che fanno anche quando non sono su Facebook. La nuova politica di Apple colpisce, assieme al social network di Mark Zuckerberg, decine di migliaia di sviluppatori di app gratuite che guadagnano grazie all’attività di tracking degli utenti.