New media

Gran Bretagna. Accordo tra Google e il fisco: BigG pagherà le tasse arretrate

Google verserà al fisco britannico 130 milioni di sterline. Con questo accordo milionario si chiude la disputa fra Google l'erario del Regno Unito. L'assegno coprirà gli arretrati degli ultimi dieci anni mentre a partire dal 2015 il colosso del web vedrà un incremento della tassazione sui profitti nel Regno Unito. Annunciando la svolta un portavoce di Google ha ammesso che la società "pagherà le imposte sulla base delle entrate generate dagli inserzionisti che hanno sede nel Regno Unito, così da riflettere la dimensione della nostra attività" nel paese. Il portavoce di Google confermato che...

Leggi tutto

New York Times, accordo con Google per contenuti in 3D

Per combatte la crisi globale che attanaglia il mondo dell'editoria il New York Times punta sulla realtà virtuale. Il quotidiano della Grande Mela infatti, ha stretto una partnership con Google per fornire contenuti in questa modalità del tutto innovativa. In particolare il Nyt consentirà la visione di video 3D sul proprio smartphone grazie a Cardboard, il visore low cost in cartone sviluppato a Mountain View. Gli abbonati riceveranno gratuitamente gli occhialini di Google e all'inizio di novembre verrà lanciata un'app dedicata chiamata NYT VR. Il quotidiano statunitense ha già stretto...

Leggi tutto

Facebook lancia Search FYI, il nuovo motore di ricerca che vuole sfidare Google

Facebook è pronta a sfidare Google sul terreno della ricerca di notizie: dal 29 ottobre sarà attivo (inizialmente in Usa) Search Fyi, il nuovo motore di ricerca interno del social network creato da Mark Zuckerberg. L'obiettivo è ambizioso: raggiungere l'efficienza della grande rivale Google e guadagnare quote di mercato nel settore notizie, sfruttando la sua enorme base utenti (1,4 miliardi di utenti). La nuova funzione vuole migliorare l'attuale sistema di ricerca di Facebook, fino ad ora tarato sulla ricerca di nuovi possibili amicizie, ma non su notizie o post pubblicati dagli utenti o...

Leggi tutto

Istagram raggiunge i 400 milioni di utenti

"Siamo fieri di annunciare che la Community di Instagram è cresciuta fino a toccare il tetto dei 400 milioni di utenti": il popolare social network di immagini affida a un laconico comunicato la notizia del record toccato a cinque anni esatti dalla nascita, ma nel quartier generale si fa festa grande. "Traguardi come questo – sottolinea Instagram – sono molto importanti, ma ancora più importante è vedere come il linguaggio visivo ci renda tutti più vicini nel mondo. La Community di Instagram si è evoluta nel tempo diventando sempre più globale, tanto che più del 75% dei membri della Community...

Leggi tutto

Skype va down. Milioni di utenti senza possibilità di chiamare per tutto il giorno

Lunedì nero per Skype, il sistema di messaggistica e video-chiamate che da stamattina ha smesso di funzionare. Il popolare strumento di comunicazione istantanea usato molto spesso anche per lavoro, è andato "down" dalle 10 circa di oggi, 21 settembre, e alla meglio il software targato Microsoft funziona a intermittenza. "Stiamo risolvendo il problema", dice il comparto tecnico. In genere, però, gli utenti non riescono ad accedere ad alcun servizio, neppure lo scambio di semplici messaggi di testo. Probabilmente ci vorrà tutta la giornata per tornare alla normalità. Ancora non si sa bene a...

Leggi tutto

Facebook in arrivo un nuovo pulsante: il "non mi piace" esprimerà empatia

L'unica certezza è che su Facebook arriverà presto un nuovo tasto. Resta ancora il dubbio se sarà il tanto richiesto "non mi piace" da affiancare al classico "Like" o sarà più un "mi dispiace", ovvero un pulsante che servirà a trasmettere empatia, da utilizzare quando si vuol comunicare qualcosa in più di un semplice "mi piace". Il fondatore e amministratore delegato del social network Mark Zuckerberg ha affermato, infatti, che gli utenti continuano a chiedere da anni questo nuovo pulsante. Parlando ad un evento trasmesso in diretta online dal quartier generale di Facebook a Menlo Park, in...

Leggi tutto

Insonnia, ansia e depressione: i rischi per i piccoli "social dipendenti"

L'utilizzo smodato nelle ore notturne di smartphone, tablet e computer per stare sempre connessi sui social network può provocare negli adolescenti una grave insonnia con conseguenti stati depressivi e ansia. La ricerca, che ha analizzato il comportamento notturno e mattutino di 467 ragazzi fra gli 11 e i 17 anni, è stata realizzata dall'Università di Glasgow, in Scozia, ed è stata presentata a una conferenza medica che si è tenuta a Londra. "Chi effettua il log in a notte fonda pare essere particolarmente interessato dal problema", ha detto, illustrando lo studio, l'autrice principale della...

Leggi tutto

Gli ebook si scoprono sulle librerie online. Come cambiano le abitudini dei lettori digitali

Non basta più l'articolo su un quotidiano o un settimanale. Né, da sola, la tv, l'email marketing o tanto meno la pubblicità. Oggi i libri si scoprono – e quindi poi si comperano – prima di tutto grazie ai reading degli autori e alla serialità della narrazione. Sono i primi risultati di un'indagine di Nielsen su chi acquista volumi online in Italia, che sarà presentata il 17 settembre a Editech, l'appuntamento dell'Associazione italiana editori sull'innovazione tecnologica nel settore dell'editoria libraia, in programma a Fiesole. Il focus di questa edizione sarà il "digital marketing day"...

Leggi tutto

Arriva la "Costituzione della rete". Presentata la carta dei diritti e doveri degli internauti

Dopo un anno di lavori da parte della commissione per i diritti ed i doveri in internet, è stata presentata oggi alla camera dei deputati la dichiarazione dei diritti e doveri sulla rete. Un documento che vuole essere una vera e propria costituzione con diritti e i doveri che gli internauti devono seguire. La carta, la prima al mondo nel suo genere a livello istituzionale, parte dall'assunto dell'accesso a Internet come un diritto fondamentale (Art.2). I 14 punti della dichiarazione, ha sottolineato Laura Boldrini nel corso della presentazione, rappresentano per la presidente della Camera...

Leggi tutto

Twitter, vietato copiare i cinguettii. Arriva il copyright sui tweet

Da oggi anche i cinguettii hanno il copyright. Il sito di microblog ha riconosciuto il diritto degli autori delle frasi in 140 caratteri a non essere copiati. Da questo momento chi copia i cinguettii altrui senza citare la fonte, vedrà cancellato il suo post. Per il social network è una vera e propria rivoluzione. Il segreto di Twitter, si sa, è la capacità di racchiudere in 140 caratteri un pensiero. Chi lo rende in maniera più efficace, dalla battuta allo spunto serio, fa tendenza. Viene retweettato, accumula follower e diventa "qualcuno". Almeno sul social. Ora il microblog ha riconosciuto...

Leggi tutto

Visita anche:

Informa - Testata a cura del centro di Documentazione Giornalistica - www.cdgweb.it
Interviste ai protagonisti. Servizi sui temi di attualità che coinvolgono il mondo dei media. Gli appuntamenti da non perdere. Informa,  rivista di aggiornamento permanente sui temi del giornalismo, della comunicazione e delle relazioni pubbliche.