Il lancio di un nuovo smartphone dietro il mistero delle statue comparse a Milano, Napoli e Bari

Due statue rappresentanti figure femminili, alte 12 metri, sono comparse il 9 novembre a Bari e Napoli, mentre una terza statua, divisa in due parti che compongono il busto di un uomo, ha fatto il giro di Milano su due camion, suscitando stupore e curiosità fra i passanti.
Tra le ipotesi avanzate è stata confermata la più gettonata: si tratta di guerrilla marketing.

Il lancio di un nuovo smartphone e tre figure che rappresentano gli eroi di domani, sono al centro della insolita campagna pubblicitaria di Huawei.
#Eroididomani è l'hashtag che campeggiava sulla fiancata di uno dei camion che hanno trasportato la statua per le vie di Milano, e ancora "Eroe in cerca di casa" e un indizio in più: "L’italiano che nel 2025 avrà spiegato il vero significato dei testi delle loro canzoni preferite".

Un indizio simile anche ai piedi della statua comparsa a Napoli, "L’italiana che nel 2025 avrà consentito alle persone di personalizzare capi made in Italy rendendoli unici", aveva fatto intuire che dietro le misteriose installazioni ci fosse una trovata pubblicitaria.

A svelare l'identità delle tre figure rappresentate è stata la Huawei, spiegando che fanno parte della campagna "I am what I do", che racconta le storie di chi è riuscito a raggiungere i propri traguardi professionali e a migliorare la vita delle persone, grazie all’innovazione tecnologica.

Gli "eroi di domani" sono gli imprenditori Massimo Ciociola, Monica Calicchio e Diva Tommei. Sono loro, infatti, i volti rappresentati dalle tre statue.

Massimo Ciociola, il volto della statua errante di Milano, è CEO e founder di Musixmatch, il più grande catalogo online di testi di canzoni, un'app che consente di visualizzare i testi delle canzoni sul proprio smartphone mentre le si ascolta, oltre che di riconoscerle.
Monica Calicchio, rappresentata nella statua di Napoli, ha fondato Tailoritaly, la prima piattaforma online per personalizzare e acquistare capi di abbigliamento Made in Italy e riceverli direttamente a casa propria, mentre Diva Tommei, ritratta nella statua comparsa a Bari, è l'unica italiana a essere indicata sul sito Eu Startups tra le startupper più promettenti d'Europa ed è l'ideatrice di Caia, una lampada di design basata sulla tecnologia eliostatica, che intercetta la luce del sole e la reindirizza all'interno della casa.