Il 46% degli italiani sceglie i libri (anche) col passaparola

0
272

Potere del passaparola. Al netto dell’interesse personale è ancora questa la leva principale che spinge alla scelta di quale libro acquistare: ben il 46% delle degli italiani sceglie i libri così. Si affida a un consiglio di un libraio, di un bibliotecario, degli amici, ma anche e sempre più della community e dei social. E questo tanto da portarlo addirittura a privilegiare complessivamente questa modalità a leve di marketing più strutturate, come sconto, comunicazione, esposizione in libreria del libro, titoli in classifica. È questo solo uno dei dati che emerge dall’indagine che sarà presentata  domenica, 11 marzo, in Sala Suite 1 alle 10.30 a Tempo di Libri, Fiera internazionale dell’Editoria in programma dall’8 al 12 marzo a fieramilanocity a Milano, nel corso dell’incontro Da come mi informo su cosa leggere, a dove scelgo di acquistare i libri, in collaborazione con Pepe Research.

La ricerca – che fa parte fa parte dell’Osservatorio dell’Associazione Italiana Editori (AIE) sui consumi editoriali, realizzato in collaborazione con Pepe Research – rileva i comportamenti di lettura (di libri, e-book e audiolibri), d’informazione e, appunto, d’acquisto degli italiani, e restituisce un quadro omogeneo e articolato di come e dove gli italiani si avvicinano ai libri. Ne parleranno, moderati da Giovanni Peresson (Ufficio Studi AIE), Paola Merulla (Pepe Research), Edoardo Scioscia (Libraccio), Eugenio Trombetta Panigadi (IBS.it).