A Stoccolma nuovi “accordi” per le Rp

0
115

ferpi.jpgChiamata all’azione per le relazioni pubbliche. È quanto emerge dagli “Accordi di Stoccolma”, il risultato del World Public Relations Forum svoltosi nella capitale svedese lo scorso 15 giugno. L’appuntamento si è concluso con la produzione di un documento programmatico, che la Federazione relazioni pubbliche italiana (Ferpi), partecipe nell’iniziativa, ha anche tradotto e messo a disposizione sul proprio sito Internet. Gli Accordi di Stoccolma si propongono come un programma globale di due anni per la professione delle relazioni. “Intende essere – si legge nel documento – un quadro di riferimento operativo (un brief) per ogni professionista, educatore, studente, leader di un’associazione professionale, dipendente o dirigente di ogni organizzazione pubblica, privata e sociale di tutto il mondo. Questo documento – prosegue – non è scolpito nella pietra e descrive semplicemente diversi temi di argomentazione per società e organizzazioni. Per ciascuno di questi, il documento individua dove e come le relazioni pubbliche possono portare un valore aggiunto ad un’organizzazione”. Gli aspetti considerati sono molti e di ampio respiro, si spazia dalla sostenibilità organizzativa alla governance e al management, si parla di comunicazione interna, esterna e del coordinamento tra le due. Per ogni ambito si specifica il ruolo delle pubbliche relazioni e come queste possano essere di basilare importanza. Il documento prosegue quindi con un esempio concreto di come si possa partecipare al progetto nel prossimo biennio e si chiude infine con un glossario tecnico e i riferimenti bibliografici.

 

Gli Accordi di Stoccolma: http://www.ferpi.it/admin/resources/7482