Accade oggi 14 Gennaio 2021 – la rassegna Telpress delle notizie sui giornali

0
82

 

EDITORIA. Aie, mercato dei libri meglio delle attese: ricavi 2020 stabili (Sole p.10). Il presidente dell’Associazione italiana editori, Ricardo Franco Levi, spiega come il comparto possa tirare un ulteriore sospiro di sollievo, dopo aver vissuto un primo semestre durissimo a causa del lockdown. Leader di mercato è sempre Mondadori con una quota di mercato del 24,8% (contro il 26% del 2019). Seguono Gems (salita dal 10,6% all’11,3%), Giunti (da 8,7% a 7,6%) e Feltrinelli (da 5,4% a 5,1%). A parte Gems con le sue 20 case editrici quindi, i colossi dell’editoria perdono tutti quote di mercato.

SOCIAL NETWORK. Anche le Authority nazionali intervengono per contrastare l’invadenza dei social network nella gestione dei dati: le conclusioni dell’avvocato generale della corte Ue vanno in questa direzione, escludendo che possa essere la sola Autorità capofila per la protezione dei dati a poter intervenire. Nella controversia in discussione, l’Autorità per la protezione dei dati del Belgio ha chiesto di imporre a Facebook di cessare, per tutti gli utenti stabiliti nel Paese, di collocare, senza il loro consenso, determinati cookie sul dispositivo utilizzato quando navigano su una pagina Internet nel dominio Facebook.com o quando si ritrovano sul sito Internet di un terzo; a Facebook va inoltre impedito di raccogliere dati in modo eccessivo mediante social plugin e pixel su siti internet di terzi. Infine l’Autorità belga chiede la distruzione di tutti i dati personali ottenuti attraverso cookie e social plugin, per ogni utente di internet stabilito in Belgio.

LEONARDO-GOOGLE. Su Stampa (p.24) il caso di “Quei bonifici via Google impossibili da tracciare”: per aver ostacolato «l’identificazione di chi ha disposto i bonifici» e «la provenienza delittuosa» del denaro, che per l’accusa deriverebbe da “fondi neri”, le due società di Google sono indagate per riciclaggio, in base alla 231 sulla responsabilità degli enti, era si dicono pronte alla «massima collaborazione». Ora, per definire tutte le carenze di Google Payments, la Procura di Milano si è rivolta a Bankitalia. Intanto il Fatto (p.12) fa sapere che è stato trovato il libro mastro delle tangenti con cui, secondo la Procura, la società Trans Part srl a partire dal 2015 e fino ad almeno il 2018 per ottenere appalti pagava i dieci funzionari indagati di Leonardo.

MESSAGGISTICA. WhatsApp cambia le regole della privacy e provoca una fuga di massa verso la rivale Signal (QN p.18). Dall’8 febbraio infatti verranno condivisi più dati personali con Facebook per spingere le pubblicità. Boom di passaggi anche a Telegram. Da segnalare il sostegno del patron di Tesla, Elon Musk: «Fate come me, iniziate a usare Signal. Non avrete problemi coi vostri dati».

LEONARDO-ARUBA. Aruba e Leonardo annunciano una partnership per commercializzare insieme soluzioni cloud sicure rivolte al mercatoitaliano ed europeo: la nuova offerta – spiega una nota – nasce dall’integrazione dei servizi di sicurezza cyber di Leonardo con il cloud di Aruba (Libero e Verità p.16).

TORRI TLC. Torri tlc europee in fibrillazione (MF p.12, Sole p.13, Messaggero p.18, Giornale p.21): American Tower ha acquistato i siti di Telefonica per 7,7 miliardi e cresce nella UE. Il colosso Usa paga un prezzo elevato per gli asset spagnoli e implicitamente aumenta il valore di Inwit e Cellnex.

SERIE A-DIRITTI TV. Serie A, per la newco c’è Zappia (MF e Sole p.13, Stampa p.24). Il dirigente Sky è in pole per prendere le redini della media company: il manager della pay tv potrebbe lavorare al canale tv tematico. Gli head hunter propongono anche le candidature di Mockridge, Tebas e Seifer. Intanto Amazon si fa sotto per i diritti del campionato. Dazn e la Kosmos Global di Piqué interessati ai diritti internazionali.

NETWORK GEDI. Gedi si riorganizza a Nord-Est: a Monestier la doppia direzione di Messaggero Veneto e Piccolo, a Brancoli quella dei quattro giornali veneti. Intanto parte il piano per spingere su digitale e sinergie di gruppi (Italia Oggi p.18).