Accade oggi 16 Dicembre 2020 – la rassegna Telpress delle notizie sui giornali

0
222

PRIMO PIANO. Colossi del web e antitrust. “La sfida dell’Europa al potere dei Big Tech”, ampiamente Repubblica a pagina 10. Il tema e’ su tutti i giornali di oggi. In particolare Beda Romano, a pagina 10 del Sole 24 Ore: “Giganti del web sotto il tiro Ue: maxi multe contro le pratiche sleali”. Stampa, a pagina 16, con taglio leggermente diverso si concentra sul merito: “Google preoccupata, Facebook plaude”. La stretta Ue divide i giganti del web”. Due proposte di legge Ue – spiega il Sole 24 Ore – per dipanare il problema di concentrazioni, abuso di posizione dominante e contenuti. Si noti il passaggio, “Facebook ha salutato le due proposte Ue sperando (a sorpresa) che l’iniziativa «fissi dei limiti» all’influenza del concorrente Apple”.

Contro la pirateria. Repubblica oggi intervista il sottosegretario all’Editoria Andrea Martella. “Mai più pirati di news e film”, in prima e all’interno, (pagina 11) specifica “Ora più forti contro i pirati che rubano news, libri, film e partite”. «Le nuove norme comunitarie, aumenteranno la capacità di contrasto ai pirati che trafugano giornali o libri, film o partite in Rete”, dice a Repubblica Martella che include un tema caldo: “Le fake news e i discorsi che incitano all’odio spero lascino il posto a un’informazione autorevole e certificata. E se queste nuove norme europee dovranno essere rafforzate – come chiede la nostra industria culturale – il tempo ci sarà”.

TV. Il pezzo forte di oggi è del Corriere della sera: «Tv, rischio ritardi sul nuovo standard Servono regole e incentivi mirati», pagina 34. Franco Siddi, (Confindustria radio tv) avverte sul rischio di un «corto circuito» in vista del passaggio che entro il giugno 2022 renderà necessario adeguare o sostituire circa 30 milioni di apparecchi televisivi per consentire la ricezione attraverso il nuovo standard denominato Dvbt-2. Un passaggio delicato che preoccupa le aziende e gli operatori del settore tv, spingendoli a chiedere un’adeguata campagna di informazione e un processo il più possibile ordinato.

Intrattenimento: “Sky spinge sulle produzioni originali. Al via la decima edizione di Masterchef”. Italia Oggi a pagina 19 fa il punto sui programmi e da spazio a Antonella d’Errico, vice president Sky entertainment channels: “il brand Sky Uno diventerà sempre più la casa dell’intrattenimento italiano, con una programmazione Sky originale. I pilastri del palinsesto sono ovviamente X-Factor, Masterchef che parte con la sua decima edizione il 17 dicembre, poi Hotel, Ristoranti” Infine un’anticipazione velata: “Nel 2021 ci saranno due novità: Pechino Express e una perla di cui non posso anticipare nulla”, dice D’Errico. Interessante poi la una diversa valutazione degli ascolti dei programmi, poiché spiega la manager «ad esempio l’edizione 2019 di Masterchef è andata molto bene, con un ascolto medio nei sette giorni di quasi due milioni di telespettatori a puntata”. Tuttavia, per programmi come Masterchef, quasi la metà dei telespettatori non è lineare, arriva dall’on demand. Con dati che continuano a crescere per ogni singola puntata nell’arco di 28 giorni. Perciò i numeri di audience della singola serata di messa in onda lineare contano sempre meno». Sanremo. Fiorello e Amadeus presentano l’edizione 2021. Carmen Guadalaxara, per tutti, sul Tempo a pagina 26 «In gara 10 donne. Sarà il festival della rinascita». Il direttore di Rai1 Stefano Coletta “Stiamo lavorando perché all’Ariston ci sia pubblico, naturalmente normato come sarà possibile a marzo. Stiamo lavorando perché Sanremo non sia il Sanremo del Covid ma il Sanremo della normalità”. Ventisei big in gara.

RADIO. «Alla Bbc va in onda la Roma che resiste». La curiosita’ viene da Messaggero, pagina 29. “Roma sarà il 26 dicembre alle 21,05 per la prima volta protagonista del programma radiofonico culturale The Arts Hour on Tour della Bbc World Service Radio, la più grande emittente internazionale del mondo, con 97 milioni di ascoltatori di media, trasmissioni in più di 40 lingue e presente in Italia dal 2019 sulla radio digitale EuroDab (online su bbc.co.uk). Il comico Edoardo Ferrario protagonista del talk: “raccontero’ Roma nella pandemia”. Si tratta, in fondo, ancora di stemperare il clima dopo il “tocco” del premier britannico Jhonson: “Qui più contagi dell’Italia perché i britannici amano la libertà”, parola del premier Johnson perché i britannici sono “freedom-loving”, ossia amano la libertà”. Roma resiste.
In “Chessidice in viale dell’editoria, di Italia Oggi poi, a pagina 18, il presidente di Rds Eduardo Montefusco: “da emendamenti su radio comunitarie rischi per il settore”. «Il terremoto che può generarsi dall’approvazione di due emendamenti ad personam per trasformare le emittenti radio nazionali da comunitarie no profit a commerciali è gravissimo. La radio vive una stagione molto critica con un crollo dei fatturati pubblicitari generati dalla pandemia che in media oscilla oltre il 30%. Immaginare di cambiare le regole del gioco e del mercato senza cambiare l’assetto generale del settore è un atto incomprensibile ed inaccettabile, scorretto sotto ogni forma».

EDITORIA. A piena pagina (la 19) di Italia Oggi la notizia: “Sae pubblica le ex testate Gedi”. Dopo la rivoluzione nei grandi giornali, Repubblica, Stampa e prima ancora Corriere della sera, e i passaggi che hanno inciso sul mondo econimco-finanziario-editoriale, proseguono movimenti e riposizionamenti. Il gruppo Sae (Sapere aude editori) pubblica da ieri Il Tirreno di Livorno, Gazzetta di Modena, Gazzetta di Reggio e la Nuova Ferrara, le quattro testate locali che il gruppo Gedi-Repubblica ha ceduto a inizio ottobre scorso. Nuovi anche i direttori che da oggi firmano i quotidiani con Stefano Tamburini alla guida del giornale toscano e alla direzione editoriale di Sae e con Giacomo Bedeschi al timone dei giornali emiliani”. Confermata la centralita’ del cartaceo.

INTERNET ULTRAVELOCE. Fastweb lancia il Piano Nexxt Generation 2025 con due obiettivi: l’aumento di velocità da 1 fino a 2,5 giga, per nuovi e vecchi clienti, in tutte le aree già coperte dalla rete Ftth (la fibra pura)e la creazione di una rete capillare di connettività con la tecnologia Fwa e il lancio del 5 mobile. Su Sole, a pagina 10 “Fastweb via al piano con 5G e ultra Fwa che guarda al 2025”, Corriere della sera “Avanti con 5G e ruolo sociale (pagina 33) e Italia Oggi, a pagina 17, per questo profilo “Connessioni veloci a 1 giga anche nelle zone piu’ didagiate”.

APPLE. “Apple vuole produrre il 30% di iPhone in più nel 2021” SCRIVE Mf a pagina 2. come riportato dal quotidiano Nikkei Asia, salgono gli obiettivi di Cupertino: 230 milioni di pezzi nel 2021.

VIVENDI-MEDIASET-TIM. Vivendi continua a essere al centro della cronaca politico-finanziaria: dopo la sentenza del CdS che ha ribaltato il parere della Consob sul controllo di Tim, ieri è toccato all’Agcom, la quale ha avviato un’istruttoria volta a verificare la posizione di Vivendi sulle partecipazioni in Tim e in Mediaset e sui relativi mercati in cui tali societá operano. Procedimento anche su Sky, sia per la tv che per la fibra ottica. Avviata dunque la prassi prevista dalla norma salva-Biscione contestata dalla Commissione Ue: l’indagine durerà 120 giorni e la partecipazione francese resterà congelata per sei mesi. Oggi però ci sarà l’udienza al Tar relativa ai diritti di voto dei francesi in Mediaset: il Tribunale si esprimerà sul congelamento delle azioni in base all’ex-legge Gasparri. Sempre oggi inoltre è previsto un cda di Tim, che però non dovrebbe avere all’ordine del giorno deliberazioni particolari, ma farà solo il punto prima di Natale sull’andamento del business (MF p.9, Sole p.30, Messaggero p.19, Repubblica p.29, Stampa e Verità p.16, Giornale p.21, Fatto p.13 e tutti).