Accade oggi 20 Dicembre 2020 – la rassegna Telpress delle notizie sui giornali

0
295

COLPO DURO PER IL NEW YORK TIMES. Repubblica (p.21) racconta i dettagli della vicenda che sta scuotendo il New York Times. Il giornale, campione di credibilità e molto attento all’esattezza di dati e ricostruzioni, ha dovuto ammettere di aver pubblicato un reportage basato su fonti fasulle, ha chiesto scusa per non aver rispettato gli standard di accuratezza e verifica. La testata americana ha restituito il prestigioso Peabody Award che aveva vinto con quella “mezza bufala”. “Al centro dello scandalo c’è Caliphate, un podcast in dieci puntate sugli orrori dell’Isis in Iraq e in Siria, pubblicato nel maggio del 2018 e basato sulle testimonianza di un impostore”.

RETE UNICA. Sul Corriere (p.37) l’alleanza di cinque aziende della fibra contro il rischio di monopolio nella Rete Unica: altri operatori infatti, oltre ai già coinvolti Tim e Open Fiber, vogliono farsi sentire. Si tratta di cinque aziende, delle quali tre quotate, che condividono le preoccupazioni contro il potenziale monopolio di Tim nell’infrastruttura strategica. Insieme hanno scritto un documento al governo firmandosi come Fiber Alliance: la neonata alleanza comprende Irideos, Intred, Colt e le quotate Unidata e Retelit, tutte accomunate dall’intenzione di rappresentare il lavoro fatto per accrescere l’infrastruttura in fibra. I vertici delle cinque società, riporta Ansa, sottolineano il balzo dell’Italia, come testimoniato dall’indice Desi, al quarto posto in Europa per infrastrutture, mentre l’arretratezza riguarda la cultura digitale, e chiedono che, nel caso, AccessCo non sia controllata da un soggetto verticalmente integrato, o a pagarne il prezzo potrebbe essere la concorrenza.

EURO DIGITALE. Le banche e l’associazione bancaria italiana, in collaborazione con Abi Lab, hanno avviato una sperimentazione nel contesto dell’Euro digitale: l’iniziativa ha l’obiettivo di contribuire attivamente al dibattito pubblico e di supportare le banche che operano in Italia nel percorso di preparazione allo scenario futuro. Il progetto è diretto a valorizzare il ruolo delle banche nell’ambito della valuta digitale della Bce, una moneta diversa dai pagamenti elettronici già disponibili in particolare grazie alla programmabilità. L’iniziativa mira anche a dimostrare la fattibilità tecnica di un Euro digitale basato su una blockchain Distributed ledger technology (Giornale p.23, Sole p.8).

ULTRACOMUNICAZIONE. “Una voce nello spazio. Onde radio misteriose in arrivo da una stella”, titola il Messaggero di oggi (p.14). Un radiotelescopio australiano ha catturato un messaggio radio di incerta attribuzione, ma che sembra provenire dalla costellazione Proxima Centauri. Il rilevamento è avvenuto l’anno scorso tra aprile e maggio, nel corso di 30 ore complessive di monitoraggio. La corsa alla scoperta di un segnale radio è associata ad un’altra, grande aspettativa della ricerca, scrive Flavia Pompetti: “la presenza di intelligenza nel cosmo, e forse di una civiltà parallela alla nostra, la cui attività si manifesterebbe tra l’altro con l’emissione di segnali sull’onda sonora”.

NOMINE RAI. Il Fatto quotidiano di oggi incisivo: “Se da una parte (in Rai) si taglia, però, dall’altra si prende, e pure personale già in pensione. E il caso del capostaff del presidente Marcello Foa, Pierpaolo Cotone, il cui contratto (240 mila euro annui secondo il sito Rai), è stato prolungato fino a luglio. Cotone, scrive il Fatto (p.15) sarebbe dovuto andare in pensione nel 2018. Gianluca Roselli che firma il pezzo chiosa e ricorda che “come capo del legale di Viale Mazzini, i pareri di Cotone furono per il buon fine della nomina dello stesso Foa”.

CROSSMEDIALITA’. «Il collegio» di Rai2, il programma più popolare sul web. Con oltre 19 milioni e mezzo di stream visti online è il programma televisivo più popolare anche in Rete a dicembre, cosi Corriere della sera (p.55). Numeri rilevanti: la trasmissione di Rai2 ha totalizzato, nella sua messa in onda «lineare», in tv, una media di 2.483.000 spettatori, per una share del 10,8%, con una lieve crescita (+0,3% di share) rispetto all’edizione dello scorso anno. Una parte importante del suo pubblico ha seguito «Il collegio» in streaming e «on demand», nei giorni successivi alla messa in onda. Per quanto riguarda gli episodi interi di dicembre (dal sesto all’ottavo), si sono registrati fino a 318.000 device/spettatori medi aggiuntivi, un vero record per la «Total Audience».

TRA CINEMA E TV. “In tv l’eterna lotta tra religione e scienza”. Su Sky Atlantic arriva la seconda stagione della serie «His dark materials» (“Queste oscure materie”). Il film con Nicol Kidman fu un flop nelle sale. (Corriere, p.47). Ora si è trovato il medium visivo più adatto a raccontare la sua storia complessa, allegoria dell’eterna lotta fra religione e scienza, fra bene e male, fra purezza e calcolo. Da domani su Sky Atlantic e Now TV la seconda parte del fantasy, tratta dal secondo libro della serie.

LIBRI. Classifica di Qualita’ de “La Lettura”, dorso culturale del Corriere della sera. (p.4). Kent Haruf (1943-2014) vince la nona edizione della Classifica di Qualità con il romanzo “La strada di casa (NN Editore), e Nicola Crocetti, grecista, che grazie alla versione italiana del poema Odissea di Nikos Kazantzakis (Crocetti Editore) ha vinto la Classifica della Traduzione, quarta edizione. Nata nel 2012 – spiega il Corriere – la Classifica di Qualità è frutto dei voti espressi ogni anno da una giuria eterogenea di cui fanno parte giornalisti, scrittori, traduttori e collaboratori de «la Lettura». Il meccanismo di voto prevede massimo di tre preferenze tra i libri usciti in Italia nell’anno solare di riferimento, spaziando tra narrativa, saggistica, graphic novel, libri per ragazzi, cataloghi d’arte eccetera”.