Accade oggi 31 Dicembre 2020 – la rassegna Telpress delle notizie sui giornali

0
119

PRIMO PIANO.  Si chiude l’anno – Covid e Regeni: cosa vorrei sentire stasera, scrive Antonio Padellaro nel “Fuorifase” sul Fatto (p.3). Il tema è quello del messaggio di fine anno del presidente della Repubblica, augurandosi certezze e risposte relativamente allo scottante caso di Giulio Regeni e sulla pandemia e cosa doverci aspettare, anche sotto questo punto di vista, nel 2021.

E il Tempo (p.33) fa un recap delle iniziative e dei programmi per il Capodanno. Il countdown è solo in tv, scrive il quotidiano con “l’Anno che verrà”. Canale 5 fa festa con Signorini nella casa del GF, Rai3 al Circo di Montecarlo. Sarà Amadeus, stavolta dagli studi “Fabrizio Frizzi”, a traghettarci con tanti ospiti musicali nel 2021.

Redazioni del mondo – Washington Post, redazione record (ItaliaOggi p.22). Hub in Europa e Asia e due nuovi uffici di corrispondenza. Il quotidiano di Jeff Bezos vuole coprire le notizie nel mondo: i giornalisti raggiungono quota 1010. Lo storico Washinghton Post continua a stupire. In un anno in cui i media americani tagliano i costi, annuncia un’espansione senza precedenti della sua redazione in termini numerici e di presenza nel mondo.
Sempre ItaliaOggi (p.23) racconta come per le news sia arrivata l’ora della realtà aumentata. Contenuti immersivi anche per legare carta e digitale. Per i giornali un modo per trovare nuovi lettori senza alti costi. La svolta potrebbe arrivare con l’avvento del 5G. Nella sezione “Immersive” del New York Times, ad esempio, un articolo spiega perché è importante il distanziamento sociale durante la pandemia. Man mano che si scorrono i paragrafi, le immagini in computer grafica si animano e mostrano cosa succede alle goccioline di saliva mentre si parla e si respira.
Il Venerdì di Repubblica (p.49) segnala invece “Industria 4.0” il libro di Gianni Potti – presidente del Cnct Confindustria. Servizi innovativi e tecnologici. Potti traccia un affresco completo della questione, a partire dalle origini, quando la sinergia tra meccanica e digitale rientrava ancora sotto l’etichetta generica di “innovazione”.

 Negazionisti, no vax e insulti sul web- Continua a tenere banco il caso delle minacce no vax all’infermiera dello Spallanzani, Claudia Alivernini, la prima ad essersi sottoposta al vaccino anti-Covid. Scende in campo anche la ministra Lamorgese: “Contro di lei atto odioso”. La ragazza valuta denunce. Anche il premier è intervenuto: “Inaccettabili gli insulti, specie ora che lavoriamo al piano anti-Covid”. La polizia postale è al lavoro per individuare reati che possono essere perseguiti d’ufficio.

 Ricchezza…digitale-  Repubblica (p.35) ci porta alla scoperta di un fenomeno in grandissima ascesa: tutti a caccia di bitcoin, corsa all’oro digitale che vale quasi 30 mila dollari, titola il quotidiano. La criptovaluta supera ogni record con gli investitori globali alla ricerca di guadagni. A volte ritornano. E il Bitcoin, dopo il viaggio dalle stelle alle stalle a cavallo tra il 2017 ed il 2018, rispunta nell’Olimpo degli strumenti finanziari preferiti dagli investitori globali.