Accade Oggi – Cura Fuortes in Rai – a cura di Telpress

0
378
Foto di Marco Gentili - Flickr

Nella Rai di Fuortes molti tagli, via i partiti e obbligo del “lei” (Repubblica p.11). Il nuovo ad vara una sforbiciata che tocca tg e reti per azzerare il deficit ereditato. “In 3 anni l’azienda ha peggiorato i conti di 300 milioni”. A Rai1 è imposto di sforbiciare quasi un milione; altrettanto a Rai2 e Rai3 insieme; alla Comunicazione 150mila euro (intorno al 4%); 50mila all’Ufficio Studi (il 25%). Il taglio più consistente riguarda la Rai per il Sociale, dove la decurtazione sfiora il 30%: 300mila euro su un budget di circa un milione. Fuortes ha già inviato ai direttori lettere indicando i tagli da fare entro dicembre. Stabiliti discrezionalmente col capo delle Finanze Giuseppe Pasciucco, senza discuterli prima coi responsabili delle strutture. Vietato ai consiglieri di amministrazione di parlare con esterno e strutture interne. Imposto il “lei” a chiunque, dall’ultimo degli uscieri ai top manager. Rottura di prassi consolidate che la dice lunga sul nuovo corso del servizio pubblico.