Accade Oggi – Dazn, la rilevazione degli ascolti fa discutere – a cura di Telpress

0
79
La giornalista Dazn, Giorgia Rossi. Foto da profilo Instagram

Sontro Agcom-Dazn (Libero, Corriere e tutti). Ieri ha fatto il punto il presidente di Agcom, Giacomo Lasorella, in audizione presso la Commissione trasporti della Camera dei Deputati, soffermandosi sulla metodologia utilizzata da Dazn per le rilevazioni d’ascolto che secondo Agcom “non appare conforme”; e per questo lo scorso 9 settembre è stata aperta un’istruttoria affinchè i dati “siano univoci e attendibili”. Nel botta e risposta, pronta la replica della piattaforma che ha tenuto a chiarire che la metodologia di rilevazione è “assolutamente perfettibile» ma «chiara e lineare, che garantisce trasparenza”. Oltre alla “guerra” sui dati di ascolto, Lasorella è intervenuto anche sulla qualità del servizio di Dazn e sul tema della rete – riporta Repubblica -. “La rete ha tenuto – ha detto il presidente Agcom – il problema è la qualità del servizio. Serve uno standard di qualità e verificare se c’è la possibilità di utilizzare un meccanismo alternativo per le zone in cui la rete non arriva e non ce la fa”. Parole che aprono la strada alla questione del canale di backup, che Dazn ha predisposto sul digitale terrestre, ma dando priorità totale alle cosiddette aree “bianche”, ossia quelle non servite da rete. Adiconsum auspica un accordo per portare un canale Dazn su Sky, come avviene per i bar: poco meno che impossibile. Intanto, il Fatto segnala: oltre a quelli di Dazn, anche i clienti di Infinity, la piattaforma di Mediaset, hanno avuto problemi a godersi l’esordio in Champions League. Schermi neri e immagini frizzate hanno fatto imbestialire gli utenti sui social.