Accade Oggi – Fedez vs. Fedez – a cura di Telpress

0
928
Fedez_Grugliasco_(TO),_2015-07-18. Foto Wikimedia Commons

Se mi paghi mi censuro (Espresso). Il Fedez che denuncia via Instagram la censura della Rai al concertone del primo maggio: “Quindi io non posso salire sul palco e dire quello che voglio?”. E l’altro Fedez, l’uomo d’affari che per salvare un business milionario accetta di non “rilasciare dichiarazioni inerenti al settore bancario assicurativo”. E una delle clausole del contratto che regola i rapporti tra l’artista e i suoi soci del gruppo Be, che gli hanno finanziato la neonata società Dream of Ordinary Madness, e gli hanno staccato un biglietto di benvenuto da 1,8 milioni di euro. “Quindi non posso salire sul palco e dire quello che voglio?”. No. Mai citare le magagne bancarie o assicurative e neppure quelle di Amazon che guadagna miliardi e sposta i profitti in Lussemburgo per pagare meno tasse. Fedez non può criticare le politiche sindacali e fiscali della multinazionale americana di Jeff Bezos perché ne è diventato “ambasciatore” per 800 mila euro e con la moglie Chiara Ferragni è impegnato nella registrazione del documentario “The Ferragnez” per Prime Video di Amazon.