Accade Oggi – La pirateria dello streaming spaventa – a cura di Telpress

0
155
Foto di StockSnap da Pixabay

Il mercato nero degli abbonamenti spaventa i big dello streaming, scrive il Sole. Per la pirateria audiovisiva gli ultimi dati elaborati da Ipsos per conto di Fapav hanno mostrato in Italia una crescita esponenziale durante il periodo del primo lockdown (243 milioni), scesi nei mesi di marzo e aprile 2021 ma a un livello (57 milioni nel bimestre medio) che rappresenta una spina nel fianco. Come spiega Alberto Mattiacci, Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese alla Sapienza, che sta avviando un Osservatorio sulla pirateria audiovisiva, “c’è una novità evidente. Con il passaggio del calcio dal satellite allo streaming si ha la sensazione è che tutti i fenomeni di uso fraudolento siano in aumento. La rete sembrerebbe essere più permeabile rispetto al criptaggio satellitare e c’è il tema della moltiplicazione dell’uso degli account”.