Accade Oggi – “Anche l’Ungheria spia con Pegasus” – a cura di Telpress

0
288

Da Orbán ai sauditi gli autocrati spiavano i telefoni di cronisti e oppositori (Repubblica p.15, Corriere p.12). Inchiesta internazionale: tra i governi accusati di avere utilizzato un sofisticato software Pegasus per fini illeciti anche quello ungherese di Victor Orbán. Tra gli obiettivi la direttrice del Financial Times, i familiari di Khashoggi, attivisti per i diritti umani. Alcuni Paesi usano il software Pegasus, della israeliana NSO Group nella lotta contro il terrorismo. Ma talvolta il ricorso va al di fuori. Le novità – secondo quanto sostengono Le Monde e altri 15 giornali legati alle ong Forbidden Stories e Amnesty International – sono essenzialmente due: 1) a usare in modo illegittimo il software Pegasus sono anche democrazie come Messico, India e l’Ungheria di Viktor Orbán; 2) queste violazioni non sono occasionali e sporadiche ma sistematiche e su larga scala.