Accade Oggi – Tv pubblica, arrivano i tagli – a cura di Telpress

0
347
La sede Rai di Viale Mazzini. Foto da streaming

Cura Fuortes per la Rai: tagli al budget delle reti e sfoltimento dei canali (Messaggero p.6). Oggi il nuovo ad con la presidente Soldi in Vigilanza: “Spendere bene i fondi pubblici”. Nomine solo a novembre per Tg1, Tg2 e Tgr Caso Varriale: via il vicedirettore dello Sport. Li chiamano “marziani” perché estranei al mondo Rai e dei partiti. Sono Carlo Fuortes e Marinella Soldi, nuovi ad e presidente della tivù pubblica. Da destra a sinistra è tutto un ribollire: “Fuortes – dicono i più – ha avuto ordine da Draghi di non parlare, di non spiegare le sue strategie”. Di fatto Fuortes, in nome del pareggio del bilancio (“Vanno recuperati 57milioni. I soldi dei cittadini bisogna rispettarli e usarli bene”) e della mission in linea col governo (la Rai di Draghi sarà una Rai anti-sprechi), il piano risparmi lo ha cominciato subito. Così: a RaiPlay ha tagliato 4 milioni; 300mila euro alla comunicazione; a Rai1 la scrematura è di 1 milione; a Rai2 di 700mila; a Rai3 di quasi 900mila euro. Mentre le reti della radio, la 1, la 2, la 3, più i 13 canali minori, subiscono un taglio più leggero: 200mila euro. Inoltre da tre vicedirettori di RaiSport si passerà a due (anche se il direttore Bulbarelli ha gestito la cosa) rinnovando la carica di Marco Civoli e Alessandra De Stefano mentre Enrico Varriale, con delega al calcio, volto tra i più noti e reduce dagli Europei, non è stato prorogato.