Ads. Risalgono a Dicembre le vendite dei quotidiani. Anno su anno si conferma la crescita dei più schierati

0
287
Foto di congerdesign da Pixabay

È stato un buon Natale quello passato dai quotidiani italiani in termini di diffusione e vendite. In un quadro generale segnato da tanti segni meno, la classifica stilata da L’Ego Editoriale per Primaonline.it, basata sui dati di Ads, a dicembre 2020 ha evidenziato qualche segnale di ripresa rispetto a Novembre. Delle prime 15 testate per diffusione a livello nazionale perdono solo La Repubblica che fa segnare -0,54% rimanendo sostanzialmente sugli stessi numeri di Novembre, e il Corriere dello Sport, che invece perde oltre 4mila copie tra cartaceo e digitale (-10%). L’arretramento del CorSport è bilanciato dalla buona crescita della Gazzetta dello Sport che a Dicembre ha guadagnato il 4,87% passando dalle 84.400 copie alle 88.500. Tutti gli altri fanno segnare passi avanti più o meno consistenti per diffusione con il Giornale (+3,97%), il Resto del Carlino (+3,8%) ed Avvenire (+3,65%) hanno fatto registrare i maggiori miglioramenti.

Ampliando l’analisi dell’andamento della diffusione ad un arco temporale di un anno, i dati di Dicembre 2020 rispetto allo stesso mese del 2019 confermano la tendenza alla crescita dei giornali più schierati e meno “istituzionali”. Come adginforma.it ha segnalato a Gennaio, con i dati di diffusione Ads di Novembre scorso, si conferma la crescita esponenziale del Fatto Quotidiano che guadagna il 35,3% passando da 39.691 copie diffuse a dicembre 2019 alle 53.703 di un anno dopo; così come continua la crescita del Giornale che aumenta la sua diffusione del 8,83%. Bene in questa speciale graduatoria il Messaggero Veneto che negli ultimi 12 mesi è cresciuto del 5,32%. Male tutti gli altri che hanno perso copie tranne Avvenire che è riuscita a mantenersi sugli stessi livelli del 2019 (+0,74%). Particolarmente male sono andati i quotidiani sportivi che hanno perso il 36% con la Gazzetta dello Sport e il 31% il Corriere dello Sport. Male anche la Stampa che nell’ultimo anno ha perso quasi l’11% in termini di diffusione passando da 129.421 mila copie a 115.239 tra cartaceo e digitale.

L’andamento delle vendite – Stessa tendenza si riscontra se si analizza solamente l’andamento delle vendite in edicola. Anche qui tra i primi 15 quotidiani spicca l’incremento de il Giornale che guadagna il 10,56% in quanto a vendite nel confronto anno su anno. Anche in edicola, in un’ecatombe di segni negativi, da segnalare il buon andamento del Messaggero Veneto che è l’unico a guadagnare copie rispetto a Dicembre 2019 (+3,19). Anche in termini di vendite, tra le perdite si evidenzia quella del Corriere dello Sport che nell’ultimo anno ha perso oltre il 34%.

Corsera si conferma il più diffuso – In termini assoluti il Corriere della Sera si conferma anche a dicembre 2020 il quotidiano più venduto e più diffuso sommando cartaceo e digitale. Secondo i dati Ads (Accertamenti Diffusione Stampa) la diffusione totale del CorSera a dicembre è stata di 262.659. Segue Repubblica che si conferma come il secondo quotidiano più diffuso nel nostro paese con 175.025 copie vendute a fine 2020. Terzo posto assoluto al Sole 24 Ore con 146.149 copie vendute, in leggera crescita dalle 145.685 copie di dicembre. Avvernire con 118.392 copie a dicembre supera La Stampa, collocandosi in quarta posizione. La Stampa, al quinto posto, anche a dicembre rimane sulle 115 mila copie vendute. La Gazzetta dello Sport recupera quota, passando dalle 84.416 copie di novembre alle 88.530 di dicembre

Approfondimenti