Agcom: broadband map italiana tra le best practices Ue

0
163

Ad un anno dal lancio, la broadband map di Agcom, disponibile al sito www.maps.agcom.it, registra un buon riscontro dai singoli utenti, in particolare da parte delle persone interessate a verificare la disponibilità delle infrastrutture di accesso ad Internet, presso la propria abitazione o di quella che vorrebbero acquistare. In un convegno organizzato oggi a Roma – al quale hanno preso parte, tra gli altri, il Presidente dell’Istat Giorgio Alleva, il policy officer della Commissione Europea, Guido Occhioni e Blaise Soury-Lavergne, capo dell’unità di Arcep incaricata dell’attribuzione delle frequenze mobili – la broadband map Agcom si conferma uno strumento costantemente utilizzato dagli addetti del settore. Alcuni dati sono stati esposti dal Commissario Antonio Nicita: “oltre 20mila utenti unici, 330mila sessioni, undici milioni di visualizzazioni di pagine del sito nel corso del periodo di riferimento della relazione annuale, mentre l’App mobile è stata installata da oltre diecimila utenti”.

La banca dati offre la possibilità di analizzare lo stato di sviluppo dell’offerta di accesso ad Internet al singolo indirizzo e di fare valutazioni comparative sulle diverse tecnologie e velocità. Le informazioni possono essere utilizzate per conoscere, dalla propria abitazione, quale infrastruttura di accesso ad Internet sia accessibile o per identificare eventuali misure per colmare il divario digitale. “Questa piattaforma – ha sottolineato Nicita – costituisce uno strumento di grande utilità non solo per il consumatore ma anche per il regolatore e il decisore delle politiche pubbliche perché mostra gli effetti delle decisioni su investimenti e adozione”.

Approfondimenti