Al via “Serie d’argento”, il nuovo premio dedicato alle serie Tv

0
278
Prima edizione per le serie d'argento

Si chiama “Serie d’Argento” il nuovo premio dedicato alle serie tv che da quest’anno si affianca ai nastri d’argento dedicati al cinema. Il riconoscimento al meglio del cinema italiano assegnato fin dal 1946 dal Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani, si allarga alla grande serialità e domani (venerdì 4 dicembre) vedrà la prima premiazione, ovviamente in streaming come pandemia impone.

La cerimonia di premiazione si terrà a Napoli in collaborazione con la Film Commission regione Campania. Saranno annunciati in diretta titoli e talent protagonisti della prima edizione e avrà luogo anche un primo approfondimento sulla serialità che in questo momento domina i set più attivi e importanti. All’incontro interverranno anche alcuni dei produttori che negli anni hanno aperto la strada alle grandi serie, invitati a fare il punto su un mondo che ha cambiato produzione, mercato, ascolti e storytelling.

“Tra Roma e Napoli, capitale della grande serialità – annuncia per il Direttivo del Sngci la presidente Laura Delli Colli – la lunga preparazione di questi mesi sigla ora con l’appuntamento inaugurale in streaming il primo evento istituzionale sulla grande fiction italiana rivolta al pubblico internazionale. Intorno alla premiazione a Napoli, si aprirà poi, appena la situazione lo renderà possibile, una vetrina che, insieme ai premi, sarà anche l’occasione per fare il punto ogni anno su una produzione ormai entrata nel mondo dell’industria ma anche nelle abitudini del grande pubblico”.

“La scelta di Napoli come sede di questo evento speciale premia la puntuale accoglienza che la Campania ha riservato a titoli di successo e l’impegno con cui la Film Commission regione Campania ha contribuito ad attrarre, nei suoi quindici anni, grandi progetti seriali – dalla serie Capri a L’amica geniale – con un’azione di accompagnamento efficace, incentivi, agevolazioni e servizi, fra cui il primo nucleo del Distretto regionale dell’audiovisivo, in via di realizzazione. Il numero e la qualità delle serie che si realizzano sul nostro territorio, anche nelle difficili condizioni imposte dalla pandemia, rendono Napoli a buon diritto una capitale italiana della lunga serialità televisiva, oltre che il centro di un polo audiovisivo regionale capace di accogliere e facilitare con professionalità le produzioni nazionali e internazionali” sottolinea Titta Fiore, Presidente della Film commission regione Campania.

Il Sngci aveva già annunciato i Nastri d’Argento per le grandi serie nella scorsa primavera, ma la manifestazione, fissata per metà marzo, era stata poi rinviata, come molte iniziative, a causa del lockdown.

Per gli storici nastri d’argento si tratta di una piccola rivoluzione: d’ora in poi, accanto a lungometraggi, documentari e corti, avranno “cinquine” anche per la serialità tv.

Approfondimenti