Alessandro Cattelan: In Rai “Sarò come la grappa nel caffè”

0
490
Alessandro Cattelan, foto da streaming

Il 22 giugno la Rai fa sfilare la propria “collezione” autunno-inverno. E il capo più atteso dei palinsesti di Rai1 è senza dubbio lui, Alessandro Cattelan. Farà – tanto per cominciare – un paio di serate evento sull’ammiraglia a settembre. Ma poi ci sono Sanremo, l’Eurovision Song Contest e magari un bel programma nell’access prime time per dare un po’ di respiro ad Amadeus. Di questo e molto altro Cattelan parla stamane su la Repubblica con Luigi Bolognini. Subito un bel complimento alla Tv di Stato: “Finora ho trovato altrettanta libertà che a Sky. I dirigenti Rai mi hanno cercato perché facessi quel che so fare senza snaturarmi, e proprio per portare in Rai un certo pubblico. E voglio anche mettermi un po’ alla prova, magari anche stare scomodo dopo anni in una comfort zone che mi ha fatto crescere senza traumi”. Quindi una descrizione del nuovo programma “Da grande”. “Ho letto cose clamorosamente non vere, tipo un programma sulla crisi dei 40 anni, generazionale… Macché. Sarà uno show dove si canta, si balla, ci si traveste, ci si diverte, si parla, magari si solleva anche un pensiero. Vogliamo essere come il goccio di grappa nel caffè, che ti rende un po’ alticcio e ti porta a far qualcosa oltre il solito perché sei a tuo agio”. Perché solo due puntate? “Le stiamo costruendo come eventi, poi chissà”. Quindi una domanda obbligata su Sanremo: “Farei pochissimi ascolti – scherza Cattelan – perché porterei solo gente che piace a me…”. Più facile l’Eurovision Festival 2022. “Un onore, vuol dire che ho lavorato bene”.

Approfondimenti