Altro che Rai, per la Champions League c’è Amazon

0
350
foto dal profilo Twitter @SkySport

I tifosi di calcio italiani dove vedranno in futuro le partite della Champions League? Con i tempi che corrono, difficile che potranno farlo allo stadio. Quindi dovranno accontentarsi della tv, ma quale? Di certo non la Rai. La difficile congiuntura economica, l’incertezza su ricavi da canone e il fatto che nessun servizio pubblico europeo detiene i diritti tv della Champions League hanno convinto l’ad Rai, Fabrizio Salini, a tenersi nel portafoglio le decine di milioni necessari per partecipare all’asta. Nel frattempo si è appena chiuso il bando – gestito dall’advisor Team Marketing – che assegna i diritti tv della competizione per il triennio 2021-2024. E presto sapremo chi e cosa trasmetteranno i quattro broadcaster che sembra abbiano consegnato la busta: Sky, Mediaset, Dazn e Amazon.

QUATTRO I PACCHETTI in vendita senza nessuna distinzione tra free e pay: 1) Miglior match del martedì (16 partite in esclusiva) oltre agli highlights degli altri match giocati al martedì; 2) Miglior match del mercoledì e la finale di Supercoppa (17 partite in esclusiva) oltre agli highlights dei match del martedì e del mercoledì; 3) Tutte le altre partite di Champions League (104 partite) oltre agli highlights di tutti i match del martedì e del mercoledì. 4) finale di Champions, in esclusiva su tutte le piattaforme. Il primo e il secondo pacchetto sembrano cuciti su misura Mediaset e Amazon. Il terzo pacchetto è il vestito ideale per Sky o Dazn. E poi c’è la finale, che calza a pennello a tutti.

I COSTI – Champions ed Europa League sono costate a Sky un investimento annuale in diritti tv fino al 2021 di circa 270 milioni di euro: 230 per la Champions e 40 milioni per l’Europa League. Oltre 40 milioni l’anno sono stati recuperati dalla sublicenza di una partita a settimana prima alla Rai e poi a Mediaset.

SPUNTA AMAZON – L’esito finale dell’asta, a colpi di rilanci, è atteso per il 15 ottobre 2020, ma a giudicare da quanto riportato dall’agenzia di stampa Radiocor, sembra che Amazon sia riuscita ad accaparrarsi uno dei pacchetti. In particolare, Prime Video, con un’offerta di circa 80 milioni a stagione, sarebbe in pole per diritti tv della miglior partita del mercoledì. La Champions League in Germania – dopo 20 anni di dominio Sky – è già passata agli Ott: Dazn e Prime Amazon. Il gruppo di Jeff Bezos, in particolare, ha comprato i migliori match del martedì. E altri 20 match, fino al 2022, li ha comprati in Premier League. E tra questi c’è il prezioso boxing day. E chi di scatole ne sa più di Amazon…

Approfondimenti