Amazon: Bezos vola alto e i “pacchi” restano a Jassy

0
218
Foto by Hello I'm Nik 🎞 on Unsplash

Si apre un nuovo capitolo in casa Amazon. Dopo 30 anni il fondatore Jeff Bezos – l’uomo che con l’e-commerce è diventato il più ricco del mondo – sta per dimettersi dalla carica di amministratore delegato. A guidare il colosso di Seattle sarà (dal terzo trimestre 2021) Andy Jassy, 53 anni di New York, dal 1997 in Amazon dopo gli studi a Harvard. Insomma lo storico braccio destro di Bezos che invece manterrà la presidenza esecutiva. “Andy – ha scritto Bezos in una missiva al Gruppo – sarà un leader eccezionale e ha la mia piena fiducia”. “In questo momento vedo Amazon al massimo della sua capacità di inventiva – ha scritto ancora – e ciò rende questo momento quello ideale per questa transizione”. Intanto i numeri di Amazon, sull’onda della pandemia, vanno alla grande. E Bezos si prepara a nuove sfide. Dunque all’apice il fondatore fa un passo indietro, concede la scena al suo uomo ombra, magari per ritagliarsi un futuro da filantropo, da statista, da editore illuminato (nella nuova era democratica) e soprattutto da scopritore dello spazio. E gli lascia anche un bel po’ di “pacchi” da smistare. I riflettori delle Autorità (europee e americane) che chiedono di fare luce sulla gestione di milioni di dati, ad esempio. O le polemiche sulla gestione del personale che ora guarda al sindacato. Ma lui volerà più alto…

Approfondimenti