Amazon, il 25 maggio debutta la docuserie “Veleno”

0
476
poster Veleno, da ufficio stampa Amazon Prime Video

Una storia terrificante e controversa, un intreccio fatto di accuse e confessioni. È questo lo scenario  in cui si muove la docuserie crime italiana Veleno, dal 25 maggio in esclusiva su Amazon Prime Video. Ispirata all’omonimo libro del giornalista ed autore televisivo Pablo Trincia (anche ex “iena”), la serie, in 5 episodi, racconta l’incredibile vicenda reale dei cosiddetti “Diavoli della bassa modenese”, ovvero un gruppo di genitori ai quali, a cavallo tra il 1997 e il 1998, vennero sottratti i figli a seguito delle accuse di abusi sessuali su di essi e di appartenenza ad una setta satanica guidata da un prete della zona. Seguirono interrogatori ai bambini ed accurate perizie medico-legali, che confermarono di fatto la colpevolezza degli indagati. Così nel giugno del 2000, a seguito di un maxi-processo, i presunti adepti della setta vennero condannati in primo grado a pene molto severe, in molti casi confermate anche nei gradi successivi.

Circa 20 anni dopo però, l’inchiesta condotta da Pablo Trincia, presente nella serie, ha rimesso in dubbio l’intera vicenda cercando di fare luce su aspetti che all’epoca non vennero presi in considerazione. Il libro pubblicato dal giornalista ha generato reazioni contrastanti, soprattutto da parte delle famiglie affidatarie dei bambini (ormai adulti), le quali hanno dato vita ad un comitato per contrapporsi alle ricostruzioni fatte da Trincia. A riportare alla memoria la storia ha contribuito poi anche il controverso caso di Bibbiano del 2019, quando alcuni consulenti dei servizi sociali finirono sotto inchiesta per aver allontanato dei minori dalle loro famiglie.

 

 

Approfondimenti