Anac: ”Preliminare di Fabio Fazio non conforme a codice contratti”

0
179

Nella delibera – spiega il quotidiano romano – l’Anac ritiene “sussistenti possibili rischi di non conseguire l’equilibrio costi-ricavi, previsto dalla Rai, per la realizzazione del programma”. L’Autorità sottolinea che “l’applicabilità dei principi del codice dei contratti consente di rilevare una prima duplice anomalia, di tipo squisitamente formale, nella attività svolta per la scelta del contraente”. “In particolare – si legge nella delibera -, risulta con l’artista essere stato sottoscritto un contratto preliminare, istituto questo non previsto e non ammesso nel caso di contratti da stipularsi nel rispetto anche delle regole del Codice dei contratti, anche quando si tratti di contratti esclusi che comunque restano subordinati ai principi generali della contrattualistica pubblica. In secondo luogo, circostanza ancora più anomala nella logica dei contratti pubblici, il contratto è stato sottoscritto da una persona fisica che ha assunto il ruolo di una sorta di garante, in qualità di socio di una persona giuridica che non era ancora nemmeno costituita al momento della stipula del preliminare”. Secondo l’Autorità “si tratta di un contratto che altro non è che la formalizzazione di patti e condizioni negoziati precedentemente con diverso soggetto che ha assunto il ruolo di garante nei confronti di una persona giuridica non ancora esistente”. “Qualche perplessità emerge anche dall’esame del contratto sotto il diverso e sostanziale profilo della valutazione della sua economicità”.