Antonio Parlati direttore del Centro di produzione Rai di Napoli

0
701

Alla fine l’ad Rai Fabrizio Salini ha optato per la continuità e ha nominato Antonio Parlati, Napoletano e classe 1958, direttore del Centro di produzione Rai di Napoli. Continuità perché Parlati è stato il vice di Francesco Pinto (che ha lasciato lo “scettro” di Fuorigrotta andando in pensione il 31 luglio scorso) per 15 anni. Parlati è stato assunto in Rai nel 1984 come aiuto magazziniere. “Dal magazzino – spiega lui stesso – passai ai contratti acquisti, poi al Telegiornale per sette anni con Giuseppe Blasi. Poi, diventato funzionario, ritornai ancora agli acquisti, e al fianco del direttore Francesco Pinto per tanti anni”. Anni in cui si è laureato in Economia e ha fatto carriera grazie all’efficienza, alla discrezione e alla capacità di tessere e gestire i rapporti. “Contento della nomina, ma festeggeremo più in là”, ha risposto a chi in queste ore gli ha chiesto un commento. “Lieto per una carica che racchiude una lunga serie di responsabilità, oneri e grandi onori”. E pensando all’emergenza sanitaria ha aggiunto: “Bisogna che passi per poter lucidamente pensare al domani”. Il centro di produzione di Napoli, dove lavorano circa 400 persone, era stato affidato temporaneamente, dai vertici nazionali dell’azienda, a Roberto Ceccatto, capo della direzione nazionale da cui dipendono proprio i quattro Centri di produzione distribuiti sul territorio italiano.

Approfondimenti