Antonio Socci si è dimesso dalla scuola di giornalismo di Perugia

0
493
Il giornalista Antonio Socci. Foto da account Twitter @AntonioSocci1.

La scuola di giornalismo di Perugia da domenica 10 maggio non ha più il direttore. Antonio Socci, infatti, si è dimesso. Il motivo è facilmente intuibile: le polemiche – arrivate fino all’ordine dei giornalisti – suscitate dal suo tweet del 28 aprile scorso in cui ha scritto: “Bergoglio corre in soccorso a Conte e si conferma il solito traditore asservito al potere”. Per la verità Socci di quel “cinguettio” si è anche pentito: “Ho usato toni e parole sbagliate di cui mi scuso innanzitutto con Papa Bergoglio”. Ma la sua avversione – esternata spesso e volentieri sui social contro Papa Francesco – stava mettendo parecchio in imbarazzo la scuola di giornalismo di Perugia e soprattutto il settimo piano che con un assegno di 600 mila euro l’anno (a cui vanno aggiunti gli stupendi, tra cui quello di Socci) la scuola la mantiene da anni. Dimissioni, quelle di Socci, arrivate proprio al momento del rinnovo dell’incarico: sembra infatti che il suo mandato triennale fosse già scaduto a marzo 2020 e che fosse in regime di prorogatio. Ora andrà individuato un sostituto. E in tempi di nuova policy sui social approvata dal cda Rai, sarà bene dare un’occhiata ai suoi account….

Approfondimenti