Cdp – La rassegna del 30 aprile

0
332

Doppia mossa di Cdp per sbloccare i dossier Autostrade e Open Fiber: secondo fonti del al Sole (p.24), ieri il cda di Cassa avrebbe acceso il disco verde per consentire a Cdp Equity, il cui board si sarebbe riunito a valle di quello della capogruppo, di formulare un’offerta a Enel per acquisire il 10% di OF. Contestualmente il gruppo avrebbe anche definito i quadri di governance con Macquarie: la Cassa dovrebbe designare l’ad OF previo gradimento dell’altro socio, il cfo sarebbe invece indicato da Macquarie, mentre i due soci insieme individuerebbero il presidente. Ma Cdp avrebbe poi chiuso il cerchio su Aspi, col via libera ad alcuni affinamenti all’offerta da 9,1 miliardi per l’88% della società autostradale: le rimodulazioni riguarderebbero le garanzie legali e le “ticking fee” sull’equity, che dovrebbe attestarsi attorno al 2%, per un valore di circa 200 milioni riconosciuto sull’equity di Aspi e che andrebbe così ad affinare l’offerta. Stessi movimenti su entrambi i dossier riportati da MF (p.4), Corriere (p.37), Giornale (p.20), Messaggero e Stampa (p.18). Repubblica (p.29) ricorda che Cdp è al 60% di OF, e che la società della fibra riceverà un apporto di capitale da 250 milioni.