C’è il sì di Berlusconi, Rai verso il Foa bis

0
191

Marcello Foa tiri pure un sospiro di sollievo. Sarà il nuovo presidente della Rai. La conferma è giunta in queste ore dal deputato azzurro (fedelissimo di Silvio Berlusconi) Giorgio Mulé: “Si sono create le condizioni per un sì di Fi a Marcello Foa”. La cena di Arcore ha riportato dunque il sereno in seno al centrodestra che comunque ha in agenda un summit per giovedì 20 settembre all’ora di pranzo. E per il cda Rai – sequestrato da oltre un mese e mezzo – sarà presto tempo di mettersi al lavoro.

Mercoledì mattina, alle ore 8, la commissione di Vigilanza sulla Rai discuterà una risoluzione, presentata da M5S e Lega. Un testo che “impegna” il board Viale Mazzini a procedere con sollecitudine all’adozione di una nuova delibera di nomina del presidente, “senza limitazioni” all’eventuale candidatura di ciascun consigliere con l’esclusione dell’amministratore delegato, al fine di consentire alla commissione di esprimersi e dare quindi piena operatività al sistema radiotelevisivo. Una risoluzione che – ammesso e non concesso che rimanga così (oggi sono stati presentati 5 emendamenti e una risoluzione ad hoc del Pd contro il Foa bis) – intende aprire sugli amministratori Rai un “ombrello” parlamentare che li metta al riparo da contestazioni formali in caso di riproposizione del nome di Marcello Foa, già bocciato dalla Vigilanza ai primi di agosto.

Il problema – e non ci vuole Albert Einstein per capirlo – è che prima che Mulè parlasse quell’ombrello della Vigilanza era piccolo e un po’ scassato. Se domani la risoluzione sarà votata anche dai commissari azzurri, la musica cambierà. E il messaggio per il settimo piano sarà inequivocabile. A quel punto il cda si convocherà con all’ordine del giorno la nomina di Foa presidente. E prima del voto in Vigilanza, se l’emendamento Mulè dovesse essere approvato, Foa sarà ascoltato in Vigilanza per illustrare le linee programmatiche della Rai e per garantire “trasparenza” nelle nomine. Attenzione però, Forza Italia quell’audizione la pretende…

Approfondimenti