C’è vita nell’editoria: il New York Times compra il sito sportivo The Athletic

0
165
La sede del New York Times - Foto da https://pixabay.com/

Oltreoceano c’è un’editoria che cresce. È quella del New York Times che ha appena annunciato l’acquisto del quotidiano sportivo on line The Athletic. Un’operazione da 550 milioni di dollari. Un investimento importante, per il quotidiano Newyokese che ha scelto di puntare sulla qualità del prodotto editoriale proposto dal sito di informazione sportiva e non certo sui suoi conti: The Athletic, infatti, può vantare 1,2 milioni di abbonati ma dei conti non floridissimi.
Il numero imponente di abbonati certifica un prodotto di livello, con una copertura capillare e approfondita delle vicende delle oltre 200 squadre sportive professionistiche americane. Un risultato reso possibile dai circa 600 dipendenti, dei quali 400 in redazione, che rende The Athletic, il secondo datore di lavoro di giornalisti sportivi nel paese, dietro Espn di proprietà della Disney.

Con questa acquisizione il gruppo editoriale del Ny Times supera gli oltre otto milioni di abbonamenti totali e si avvicina all’obiettivo dichiarato di raggiungere i 10 milioni entro il 2025.
Meredith Kopit Levien, amministratore delegato della Times Company, ha definito The Athletic “un ottimo complemento per The Times”.

The Athletic sarà gestito dalla redazione del Times e dalla sua sezione sportiva e l’editore sarà David Perpich, un dirigente di lunga data del quotidiano, mentre Alex Mather e Adam Hansmann, che hanno fondato The Athletic nel 2016, rimarranno nella società. Mather, attualmente amministratore delegato del sito, diventerà direttore generale e copresidente, mentre Hansmann passerà da presidente di The Athletic a direttore operativo e copresidente.

L’operazione, sebbene sia stata messa in atto da una grande realtà, ridà un po’ speranza al settore dell’editoria quotidiana ormai da anni alle prese con un’emorragia senza fine di lettori e evidenzia come, se fatta con qualità, c’è un futuro per l’informazione, sia che sia fatta su supporto cartaceo che digitale.

Approfondimenti