Cercasi 14 giornalisti per “Rai24”. Usigrai sul piede di guerra

0
2193
Foto di Angela Yuriko Smith da Pixabay

Sembrava tutto pronto per il go live di “Rai24”, il nuovo portale dell’informazione del servizio pubblico. Ad aprile scorso, infatti, Giuseppina Paterniti, direttrice dell’Offerta Informativa Rai, rivelava: “Abbiamo completato il progetto del nuovo portale dell’informazione”. “Abbiamo coordinato tutto il lavoro condividendolo con le varie strutture dell’azienda e consegnandolo all’amministratore delegato che insieme al direttore di RaiNews dovrà dare l’ultimo via libera”. Ora si scopre invece che la pratica è ancora aperta. A quanto apprende AdgInforma, infatti, la Rai ha avviato un job posting (scadenza 10 ottobre 2021) per reperire 14 giornalisti per il sito web nazionale con sede a Roma. Una procedura destinata solo ai redattori e che non accetta le candidature dei giornalisti della Tgr. E sulla quale l’Usigrai – che è in marcatura stretta sul continuo ricorso alle prime utilizzazioni nell’informazione delle Reti – ha già fatto una facile previsione: “Una ricerca fatta così fallirà, creando illusioni nei candidati, e ulteriore sfiducia nel progetto”.

CERCASI COMPETENZA – Il nuovo portale web, insomma, non parte perché con oltre duemila giornalisti in Azienda manca il personale! Ma soprattutto perché mancano le competenze specifiche. Non a caso nel job posting si elencano particolari requisiti: competenze giornalistiche trasversali, conoscenza dell’utilizzo e dei linguaggi (soprattutto video) dei new media, conoscenza del fact checking, analisi dei trend di ricerca su Google, conoscenza delle norme sulla tutela del copyright immagini, e naturalmente una buona conoscenza della lingua inglese.

L’EREDITA’ DI SALINI – Il portale è previsto nel piano industriale dell’ex ad Fabrizio Salini. Si chiamerà “Rai24” e il progetto l’ha curato sin dal principio il vice della Paterniti, Diego Antonelli, che ha la delega al web. Ma sembra che una grossa mano sia arrivata anche dal caporedattore della Tgr, Silvio Giulietti. Rai24 sarà la sintesi – almeno questa è la speranza – di tutta l’informazione della Rai grazie alla collaborazione delle Testate giornalistiche. Un prodotto made in Viale Mazzini, con grafica semplice ma accattivante in cui i lettori, si spera, avranno l’imbarazzo della scelta con 24 pagine locali delle quali 21 in italiano e tre nelle lingue parlate in alcune regioni d’Italia: il ladino, il tedesco e lo sloveno. Ma spazio anche allo sport, alle istituzioni e all’informazione religiosa. Il desk centrale sarà in casa RaiNews24. Aspettiamo…

Approfondimenti