Cercasi “garante” per il concorso giornalisti Rai

0
1607

E’ tempo di cominciare a studiare per i 3.722 candidati al concorso Rai per la selezione di 90 giornalisti professionisti da assegnare alla Testata giornalistica regionale. Ora che le acque dei Tribunali e del Palazzo “sembrano” più calme, infatti, al settimo piano si sono decisi a dare il via alle operazioni. C’è un intoppo però. Entro gennaio va costituita la commissione esaminatrice composta da sette membri interni e uno esterno. Un ruolo, quest’ultimo, molto importante e soprattutto di garanzia. L’Azienda ha chiesto la disponibilità al bis (lo ha già fatto nell’ultimo concorso del 2014-15) a Ferruccio De Bortoli. Ma lui – a quanto apprende Lo Specialista – avrebbe gentilmente declinato per altri impegni. Ha già dato insomma…

IL “PROBLEMA” PRECARI – Ma non è solo questo a impensierire i dirigenti Rai. Anche la concomitanza del concorso dei 90 nuovi giornalisti con la stabilizzazione del 250 vecchi precari starebbe creando qualche difficoltà che in Viale Mazzini definiscono tecnico-operativa. Insomma, le persone che se occupano sono le stesse. A cosa devono dare priorità? Uno stallo che non piace all’Usigrai, sindacato dei giornalisti Rai, che si dice si prepari ad un’azione di pressing molto insistente. E anche il direttore della Tgr, Alessandro Casarin, segue da vicino e con grande apprensione la vicenda. Quei 90 giornalisti devono arrivare nelle redazioni assolutamente prima dell’estate… La prima prova scritta del concorso si svolgerà nelle Capitale tra fine gennaio e la prima metà di febbraio. Sarà ospitata dalla Fiera di Roma, e anche la disponibilità dei locali sarà una variabile in questa fase. Dopo lo scritto, nell’arco di un paio di giorni saranno resi noti i 270 selezionati. Tra febbraio e marzo gli orali. A fine marzo i vincitori con tutte le graduatorie regionali. In bocca al lupo a tutti, precari compresi…

Approfondimenti