Cerimonia del Ventaglio. Fico: “Lavoriamo per riaprire il transatlantico ai giornalisti”

0
231
Roberto fico riceve il Ventaglio - Foto da streaming

“Noi vogliamo un Transatlantico normale, ma fino a quando il distanziamento sarà mantenuto dovremo mantenere questo assetto. Per noi il lavoro è quello di smontare com’è oggi il Transatlantico e farlo diventare accessibile a tutti, però ad ora le condizioni non ce lo permettono”. Così il presidente della Camera, Roberto Fico, nel corso della cerimonia di consegna del Ventaglio da parte dell’Associazione stampa parlamentare ha risposto alla richiesta di Marco Di Fonzo, presidente Asp, di tornare al più presto alla normalità nello svolgere il lavoro fondamentale di informare i cittadini su quanto avviene in Parlamento.

Durante la cerimonia il presidente Fico ha risposto alle tante sollecitazioni arrivate da Di Fonzo e dai giornalisti presenti nell’aula dei Gruppi parlamentari della Camera in cui si è svolta la tradizionale manifestazione che chiude i lavori per la pausa estiva. A partire dalla proposta del green pass obbligatorio sui luoghi di lavoro, cui il presidente della Camera si è detto contrario, passando per la scuola con l’importanza di tornare tutti in aula a settembre, la riforma della giustizia su cui ha auspicato un accordo e un iter parlamentare “normale” senza il ricorso alla fiducia, il ddl Zan su cui ha espresso la speranza di un’approvazione rapida per finire con il reddito di cittadinanza definito uno “strumento utilissimo che va migliorato e non cancellato”.

Il Ventaglio arriva da Lecce – Al termine dell’audizione Fico ha ricevuto il ventaglio che quest’anno è tornato ad essere scelto attraverso un concorso nazionale, “Il Ventaglio del Presidente”, indetto dall’Associazione stampa parlamentare e rivolto agli studenti delle Accademie italiane per la realizzazione dei tre ventagli da offrire alle più alte cariche dello Stato. Quello consegnato al presidente Fico, è stato realizzato da Pietrangelo Pezzuto, studente dell’Accademia di belle arti di Lecce, che ha vinto il bando con l’opera “Accenno di sorriso”, dedicato a chi, durante la pandemia, “affronta e cerca di superare i propri limiti e cerca di donare un sorriso a chi è in grande difficoltà”.

Torna il premio Landucci – Un’altra iniziativa cara all’Associazione stampa parlamentare, ripresa quest’anno dopo la pausa forzata legata al Covid, è stata l’Assegnazione del premio Roberto Landucci, dedicato al giornalista dell’agenzia Reuters scomparso nel 2015, che quest’anno è andato a Francesco Zecchini, studente della scuola di giornalismo Walter Tobagi di Milano. Grazie a Reuters, Zecchini svolgerà uno stage di tre mesi dedicato al giornalismo politico parlamentare.

Approfondimenti