Chi è Alessandra De Stefano. Il volto del ciclismo che condurrà “il circolo degli anelli”

0
10280
Alessandra De Stefano, conduttrice de "Il Circolo degli anelli" su Rai2 - Foto da wikimedia commons

Ci siamo. Tra pochi minuti (alle 13 italiane) partiranno con la cerimonia di apertura le tanto tribolate Olimpiadi di Tokio. E stasera debutta anche la trasmissione di prima serata Rai dedicata ai giochi: “Il circolo degli anelli” con Alessandra de Stefano alla guida. Il programma aprirà tutte le sere la programmazione olimpica di Raidue, dal 23 luglio all’8 agosto, subito dopo il Tg2 (e, dal lunedì al venerdì, dopo l’approfondimento serale “Tg2 Post”), alle 21,20 circa. A commentare le gare del giorno che sta iniziando a Tokio e quelle del giorno precedente ci saranno anche due campioni olimpici d’eccezione: Sara Simeoni, oro nel salto in alto a Mosca, nel 1980, e Jury Chechi, oro agli anelli nel 1996 ad Atlanta.

Chi è Alessandra De Stefano – La conduzione, come detto, sarà affidata ad Alessandra De Stefano, una colonna di Raisport. Napoletana, giornalista professionista dal 1995, la De Stefano entra nella squadra di Raisport già nel 1992. Il suo nome è associato inevitabilmente al ciclismo di cui si è sempre occupata, anche se a detta della stessa giornalista, “è stato questo sport a scegliere lei e non viceversa”. Così come abbastanza casuale è stato il suo approdo nel mondo del giornalismo. La De Stefano, infatti, nel 1992 stava per laurearsi in Storia dell’arte alla Sapienza di Roma e, nel frattempo, insegnava in una scuola dove si tenevano diversi corsi di giornalismo. Incuriosita decide di iscriversi ad uno di questi, iniziando così una carriera in costante ascesa. Nel 2000 diventa inviata speciale di tutti i principali eventi ciclistici trasmessi dalla Rai. Nel 2010 è la prima donna a condurre Il processo alla tappa del Giro d’Italia insieme a Sergio Zavoli. Dal 2014 conduce, sempre sulle reti Rai, le trasmissioni televisive del Giro d’Italia. Fino ad arrivare alla nomina a vicedirettrice di Raisport nel 2019.

La De Stefano è anche una scrittrice: nel 2011 pubblica il suo primo libro dal titolo “Giulia e Fausto” in cui racconta la storia d’amore proibita tra Fausto Coppi e Giulia Occhini, che spaccò l’opinione pubblica italiana.

L’amore con Brunel e la vita tra Roma e Parigi – Un carattere determinato quello di Alessandra che nel corso della sua carriera ha dovuto combattere per i propri diritti contro mamma Rai, che nel 2006 le impedì il ricongiungimento familiare col marito con Philippe Brunel, anche lui giornalista sportivo francese de l’Equipe. Per stare vicino alla sua famiglia Alessandra aveva chiesto di fare la corrispondente da Parigi dove viveva il marito che aveva già una figlia, nata da una relazione precedente, con gravi problemi di salute. Una storia d’amore, quella con Brunel, nata sul campo, al Giro d’Italia dove i due si sono incontrati per la prima volta e sbocciata definitivamente al Festival di Sanremo del 2002 dove i due si sono rivisti e hanno iniziato a frequentarsi. Sposati nel 2006, da quel momento la vita della giornalista sportiva si divide tra Roma a Parigi.

Approfondimenti