Chi è Francesca Fagnani, la “Belva” che conduce le “Iene”

0
573
La giornalista Francesca Fagnani. Foto da streaming

La nuova edizione de Le Iene in partenza il 5 ottobre su Italia 1 vedrà alternarsi alla conduzione dieci donne piuttosto note, appartenenti al mondo dello spettacolo, del giornalismo, della musica e dello sport. Ciascuna di loro affiancherà Nicola Savino e la Gialappa’s Band, rimasti orfani di Alessia Marcuzzi. Tra le prescelte una sola giornalista di professione, ovvero Francesca Fagnani, già conduttrice di diversi programmi in Rai e non solo, nonché compagna di Enrico Mentana.

Francesca Fagnani nasce a Roma 44 anni fa. Appassionata di letteratura fin da giovanissima, si diploma al liceo classico e si iscrive poi alla Facoltà di Lettere dell’Università La Sapienza, dove consegue la laurea e successivamente il dottorato in filologia dantesca. Proprio grazie agli studi ha modo di alternarsi tra Roma e New York, dove rimane a vivere per qualche tempo proponendosi per lavorare presso la sede Rai della città. Una volta tornata in Italia la sua carriera nel mondo del giornalismo spicca definitivamente il volo grazie al ruolo di inviata che le viene affidato nei  programmi televisivi di Giovanni Minoli e Michele Santoro, tra cui Annozero. Con il passare degli anni le sue capacità non passano inosservate e le permettono di divenire protagonista in diversi format. Arriva così la conduzione de Il Prezzo (Rai3), in cui si reca in prima persona nei luoghi del Paese maggiormente segnati dalla criminalità organizzata e raccoglie le testimonianze di chi ne fa o ne ha fatto parte. E ancora Belve (prima su Nove e poi su Rai2) dove intervista in maniera schietta e diretta alcuni personaggi famosi (quasi esclusivamente donne) dalla personalità particolare, cercando di fargli rivelare dettagli significativi e inediti sulla loro vita e la loro interiorità. Nel 2020 anche la breve parentesi della prima serata di Rai2 al fianco di Alessandro Giuli in Seconda Linea, programma di approfondimento politico che viene però cancellato dopo poche puntate a causa degli ascolti non certo esaltanti.

Come da lei stessa dichiarato in più occasioni, i più grandi punti di riferimento per la sua crescita professionale sono stati proprio Minoli e Santoro, che le hanno trasmesso la loro esperienza giornalistica e televisiva: “Minoli mi ha insegnato il linguaggio tv in tutte le sue fasi, dal montaggio all’uso della telecamera” – ha raccontato in un intervista a Libero – “Santoro è stato la mia università. Facevo Annozero, in prima serata. Un’adrenalina pazzesca”. E a chi le fa notare che la sua bravura le permette di non essere bollata come “la fidanzata di Mentana”, Francesca risponde decisa: “E ci mancherebbe! Faccio questo mestiere da quando ho 23 anni. Come mi disse Vittorio Feltri tempo fa, nessuno mi considera ‘la fidanzata di’, e questo lo ritengo un grande riconoscimento”.

Approfondimenti