Chi è Francesca Parisella

0
1946
Francesca Parisella e la sua squadra di "Anni 20". Foto da ufficio stampa Rai.

Francesca Parisella è la giornalista alla quale il direttore di Rai2, Ludovico Di Meo, dopo l’esperienza di “Seconda Linea” (il programma d’informazione condotto da Alessandro Giuli e Francesca Fagnani sospeso dopo appena due puntate) ha affidato l’arduo compito di riportare l’approfondimento in prime time nella difficile giornata del giovedì in cui la concorrenza sia su La7 (Corrado Formigli) sia su Rete4 (Paolo Del Debbio) non manca di certo. È alla guida del programma “Anni 20” da giovedì 11 marzo 2021 e punterà su servizi, reportage, interviste e inchieste sui maggiori temi di attualità.

Ma chi è Francesca Parisella? È nata il 9 marzo del 1977 a Fondi in provincia di Latina. Attualmente conduce (e continuerò a farlo) su Radio2 un programma il sabato e la domenica mattina. Alle spalle ha una vita professionale da cronista e inviata per vari programmi Rai e Mediaset: da “Unomattina” a “Virus” fino a “Matrix” e “Quarta Repubblica”. Ora sarà conduttrice… I suoi maestri? Certamente – come lei stessa ha raccontato – deve molto a Giovanni Blasi, l’ex direttore di Rai Doc. “Lui mi scelse per la conduzione di nuovi programmi legati al mondo giovanile, cosa molto interessante per una ragazza di vent’anni”. E un grazie lo deve anche all’anchorman Mediaset Nicola Porro: “Con lui, ho lavorato molto bene e mi ha affidato cose importanti, senza porsi il problema che fossi una donna”. Il suo obiettivo? “Parlare dei nostri tempi a 360 gradi” e offrire al pubblico “la realtà senza filtri, né politici né ideologici. I fatti nudi e crudi, in modo che gli spettatori possano farsi una propria opinione”. Il tutto con una squarta di inviati (la metà sono donne) che si annuncia di primo livello. “Un racconto corale. In un ampio gioco di squadra”. “Anni 20” andrà in onda fino a metà luglio 2021 e gli ascolti non saranno un incubo. La Parisella ha fatto capire che alla Rete le hanno dato il tempo di crescere e guarderà l’Auditel con “molta serenità”. Senza esagerare…

Approfondimenti