Chi è Ludovico Tersigni, il nuovo conduttore di X Factor

0
197
Ludovico Tersigni, foto da streaming

Il noto sito di informazione Dagospia ha indicato nel giovane attore Ludovico Tersigni il prescelto di Sky per condurre la prossima edizione di X Factor, occupando il posto lasciato vacante da Alessandro Cattelan, ormai trasferitosi in Rai. La notizia ha fatto immediatamente il giro del web ed ha generato sorpresa e curiosità tra i tanti fan del programma, considerato che il nome di Tersigni non era tra quelli che circolavano ormai da diverse settimane come possibili successori di Cattelan. Per il 25enne, conosciuto soprattutto per i suoi ruoli in alcune note serie tv per adolescenti, questa sarà la prima esperienza di conduzione televisiva.

Ludovico Tersigni nasce a Roma nel 1995 e cresce a Nettuno (Roma). Fin da bambino coltiva la passione per la recitazione, studiando teatro ed entrando a far parte di compagnie teatrali amatoriali. Il debutto al cinema arriva nel 2014 con il film Arance & Martello, diretto da suo zio Diego “Zoro” Bianchi, attualmente conduttore di Propaganda Live su La7. Nel 2016 recita in L’estate addosso di Gabriele Muccino ed un anno più tardi viene scelto come protagonista del film Slam – Tutto per una ragazza di Andrea Molaioli, per il quale conquista il Premio Biraghi ai Nastri D’Argento come attore rivelazione. La grande popolarità, soprattutto tra i giovani, arriva però nel 2018 quando entra a far parte del cast della neonata serie Skam Italia, rivelatasi poi un grande successo. Altro ottimo riscontro in termini di pubblico è poi quello ottenuto con la serie tv Netflix Summertime (2020), nella quale Tersigni interpreta uno dei protagonisti, e la cui seconda stagione è in uscita sulla piattaforma il 3 giugno.

Oltre alla recitazione, altre grande passioni di Tersigni sono lo sport (soprattutto l’arrampicata ed il tiro con l’arco, attività che ama particolarmente praticare) e, per restare in tema XFactor, la musica. Suona infatti la chitarra e il basso. A distinguerlo dalla maggior parte dei suoi coetanei è il fatto di non possedere dei profili sui social network. “Se abusiamo della nostra immagine, rischiamo di perderci in un labirinto di specchi: proprio quello che non voglio che accada” aveva spiegato a tal proposito in un’intervista a Vanity Fair, “in futuro cercherò di essere molto più attento perché mi rendo conto che i social oggi sembrano fondamentali, ma anche che la vita reale è più importante di quella virtuale”.

 

 

Approfondimenti