Chi è Silvio Brusaferro, il nuovo portavoce unico del Cts

0
593
Il Prof. Silvio Brusaferro - Foto da streaming

Il Comitato tecnico scientifico, si è rifatto il look. L’organo composto di tecnici e scienziati che “consiglia” il governo sulle misure da attuare per contrastare la pandemia da Covid-19, ha ridotto da 26 a 12 i componenti per “razionalizzare le attività” dell’organismo e “ottimizzarne il funzionamento”. Tra le nuove figure introdotte, oltre al nuovo coordinatore che sarà Franco Locatelli (presidente del Consiglio superiore di Sanità), c’è quella di Silvio Brusaferro nominato portavoce unico del Comitato.

Cerchiamo di capire chi è colui che avrà la responsabilità di interfacciarsi con i media e comunicare agli italiani le scelte del comitato sul contrasto alla pandemia, decisioni che, come da un anno a questa parte, avranno ricadute importanti sulla vita di tutti noi. Il professor Silvio Brusaferro per la verità è già molto noto, essendo dal Luglio 2019 presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss), dopo esserne stato il commissario straordinario nominato dalla ministra Giulia Grillo quando, a Gennaio dello stesso anno, si era dimesso anticipatamente Walter Ricciardi.

Chi è Silvio Brusaferro – Nato a Udine nel 1960 Silvio Brusaferro è un medico e docente universitario. Da sempre impegnato nell’ambito della sanità pubblica, si laurea in medicina all’Università di Trieste nel 1985 e quattro anni dopo si specializza in Igiene e medicina preventiva, sempre nel capoluogo giuliano, con indirizzo proprio sulla sanità pubblica. Dal 2006 è titolare della cattedra che porta lo stesso nome della sua specializzazione, “Igiene e medicina Preventiva”, all’Università degli Studi di Udine. Presso lo stesso ateneo, dal 2017, è anche direttore del dipartimento di Area medica.

In ambito medico, ha ricoperto la carica di direttore medico dell’ospedale di Gemona del Friuli tra il 1990 e il 1993 e successivamente dell’Ospedale universitario di Udine tra il 2002 e il 2006. A seguito della fusione avvenuta nel 2006 tra l’Ospedale Universitario e l’ospedale S. Maria della Misericordia di Udine è divenuto direttore della Struttura Operativa Complessa di Accreditamento, gestione del rischio clinico e valutazione delle performance sanitarie della nascente Azienda Ospedaliero-Universitaria di Udine.

Tra le altre cariche istituzionali ricopre quella di coordinatore dei programmi regionali del Friuli-Venezia Giulia per la gestione e il contenimento del rischio clinico correlato all’assistenza. Tra il 2010 e il 2013 è stato membro del Consiglio superiore di sanità, sezione Salute Pubblica.

A livello internazionale è stato co-fondatore e coordinatore dal 2011 dell’European network to promote infection prevention for patient safety (EUNETIPS), coordinamento europeo che si occupa di monitorare l’attuazione delle misure di controllo delle infezioni, con particolare attenzione agli ambiti correlati all’assistenza. È membro del Global infection prevention and control cetwork, Infection prevention and control global unit dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Tantissime le sue attività di ricerca, che si sono incentrate principalmente sul management nella sanità pubblica nazionale ed internazionale; ilm iglioramento della qualità e accreditamento nelle organizzazioni sanitarie; il rischio clinico e la sicurezza del paziente nelle organizzazioni sanitarie; la prevenzione e il controllo delle infezioni correlate all’assistenza (ICA) e dell’Antimicrobical Stewardship – Sviluppo delle reti sociali a supporto della salute.

L’attività di comunicatore – In ambito comunicativo, visto che è chiamato a svolgere il ruolo di portavoce, Brusaferro è stato promotore e coordinatore dello sviluppo della sezione del sito web della regione Friuli dedicata alla “rete cure sicure FVG”; del sito web “orienta salute” realizzato dall’Università degli Studi di Udine mirato a promuovere la salute, le comunità di prossimità e la health literacy nella popolazione. Ha curato i video per la formazione degli operatori nel campo della sicurezza delle cure. Il professor Brusaferro è stato, inoltre membro dei comitati editoriali di importanti riviste scientifiche come il “Journal of Public Health Research”; “Epidemiology Biostatistics and Public Health”; “Journal of Hospital Infection”; il “Gimpios” il Giornale italiano multidisciplinare per la prevenzione delle infezioni nelle organizzazioni sanitarie; “Igiene e Sanita Pubblica”. È autore di oltre 170 articoli su riviste scientifiche nazionali e internazionali, di 22 capitoli di libri e di pubblicazioni divulgative su tematiche attinenti i settori di interesse.

Approfondimenti