Chiude per mancanza di fan il blog di Trump. È durato solo un mese

0
177
Photo by Darren Halstead on Unsplash

Era nato il 4 maggio scorso per controbattere l’esclusione di Donald Trump dai social network dopo l’assalto dei suoi seguaci a Capitol Hill del 6 Gennaio. Ora a meno di un mese di distanza ha già chiuso i battenti. Stiamo parlando di blog “From the Desk of Donald J. Trump”, che aveva suscitato fiumi di polemiche nel momento del suo lancio. Polemiche che sono via via scemate, così come di pari passo è calato l’interesse del pubblico verso quello che doveva essere il primo passo del tycoon verso la creazione di un social personale che amplificasse il suo pensiero e le sue azioni che non poteva più esprimere attraverso twitter e facebook che lo avevano letteralmente bandito dalle loro piattaforme.

Il blog per la verità, nonostante il clamore mediatico, non è mai decollato veramente. Nel primo giorno le interazioni sui social sono state 159.000 ma già il giorno successivo sono scese a 30.000 e non hanno superato le 15.000 interazioni al giorno. Oggi la decisione di chiuderlo definitivamente annunciata alla Cnbc da Jason Miller, un consigliere dell’ex presidente. “Era solo ausiliario per gli sforzi più ampi che abbiamo e su cui stiamo lavorando”, ha detto Miller per giustificare la chiusura, senza dare però altri dettagli su questi impegni futuri.

Trump non si da per vinto – Insomma non un periodo fortunato per l’ex presidente americano che dalle elezioni in poi non ne ha azzeccata una ed ha inanellato una serie di brucianti sconfitte politiche e non solo. Eppure, a sentire le indiscrezioni riportate dai media americani, queste non avrebbero fiaccato la voglia di rivalsa di Trump che sarebbe convinto di poter tornare alla Casa Bianca in agosto come presidente. E lo starebbe dicendo a molti dei suoi confidenti e amici. L’ex presidente sarebbe, infatti, concentrato sulle verifiche elettorali in alcuni Stati che ritiene ancora di poter capovolgere in suo favore e quindi vincere le elezioni.

Approfondimenti