Col covid il canone speciale Rai diventa un “oltraggio”. A rischio oltre 90 mln

0
1140

Quest’anno la Rai stima di incassare – stando al budget 2021 appena approvato dal cda – un miliardo 838 milioni di euro dal canone. E quella voce comprende, oltre al canone ordinario (che noi tutti paghiamo nella bolletta elettrica), anche il cosiddetto “canone speciale”. Lo pagano in circa 240 mila per la televisione e circa 65 mila per la radio. Si tratta di alberghi, pensioni, locande, residence, villaggi turistici, campeggi, esercizi pubblici, sportelli bancari, navi, aerei, ospedali, cliniche, circoli, associazioni, istituti religiosi, studi professionali, botteghe, negozi, mense aziendali e comunque tutti coloro che detengono un “apparecchio” atto alla ricezione dei canali Rai “fuori dall’ambito domestico”. Il tutto per un importo che varia da 6.789,40 a 203,70 euro l’anno (29,94 euro l’anno per la radio). Ma in realtà – nonostante questa imposta sia anche deducibile – non è versata da oltre l’80% dei soggetti che dovrebbero pagarla, determinando mancati ricavi per oltre 350 milioni di euro l’anno.

IL RISTORO BIS – Ebbene, si stima che quest’anno – a quanto apprende AdgInforma.it – la Rai dal canone speciale incasserà circa 92 milioni di euro. Più o meno quelli messi a bilancio nel 2019. Nel 2018 erano stati 79,6 milioni, 79 milioni nel 2017 e 77,8 milioni nel 2016. Una voce d’entrata (netta) in crescita costante che però ora potrebbe dover fare i conti con la pandemia e con la politica. “Chiedere a bar, ristoranti, alberghi e pubblici esercizi di pagare il canone Rai per il 2021 – denuncia su Facebook la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni – è un oltraggio. Migliaia di attività chiuse per decreto o che non incassano nulla da mesi e aspettano i ristori dovranno versare allo Stato importi che possano arrivare fino a 7 mila euro. Il governo ascolti il grido d’aiuto delle associazioni di categoria e faccia un decreto urgente per sospendere il pagamento di questa tassa”. Se così fosse, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, o chi per lui, dovrebbe prepararsi ad un altro “ristoro” anche per il settimo piano…

Approfondimenti