Comunicare il brand. Poche risorse dedicate dalle nostre aziende

0
67

 

Branded content labIl 62,4% delle aziende italiane destina meno del 10% del budget di marketing al branded content e il 46,4% sottrae budget ad altre attività di comunicazione per destinarle al branded. Lo dice la nuova ricerca condotta dall’Upa e dal Branded content lab dell’Università Cattolica su un campione di oltre 200 manager di 170 aziende. Dopo la prima pubblicazione, qualche mese fa, del libro “Branded content marketing” del professor Roberto Paolo Nelli, il centro di ricerca milanese da lui guidato torna così a riflettere su questo innovativo modo di comunicare la marca e i suoi valori, caratterizzato da una forte azione attrattiva e da un’elevata capacità di coinvolgere il pubblico. In particolare l’indagine si è focalizzata sulle strategie di branded content marketing attuate dalle aziende italiane ed ha esplorato, oltre ai budget e agli investimenti, anche i format più adottati, le modalità di distribuzione dei contenuti e gli indicatori per la misurazione dell’efficacia. Dallo studio emerge che il 57,5% delle aziende gestisce dall’interno la strategia di branded attraverso, (nel 74,4% dei casi) la figura di social media manager. Per quanto riguarda l’efficacia conseguita il 52,9% dei manager ritiene che la loro strategia attuata sia risultata abbastanza efficace, e la soddisfazione aumenta all’aumentare della classe di budget impegnata. L’indagine ha anche rilevato le caratteristiche dei format più adottati, le modalità di distribuzione dei contenuti, gli indicatori per la misurazione dell’efficacia. Nel mese di ottobre in Università Cattolica verranno messi a fuoco alcuni dei temi più rilevanti emersi dalla ricerca, attraverso un dibattito e un confronto tra i principali attori del settore