Concorso giornalisti Rai: lunedì si riparte, assunzioni lampo

0
2804
Photo by CoWomen on Unsplash

Il covid-19 non ferma la macchina del concorso Rai che inserirà 90 giornalisti (tra i 271 che hanno superato la prima prova) nelle redazioni della Testata giornalistica regionale. Esito positivo per i test di collaudo (partiti il 18 gennaio) della commissione esaminatrice, per garantire le prove individuali in sicurezza nella sede romana della Rai sita in via Sambuca Pistoiese 53. Il presidente Marcello Sorgi ha dato il proprio benestare. E lunedì 1 febbraio 2021 si riparte con le prove individuali dei candidati della Basilicata (30), per terminare agli inizi di maggio con quelli dell’Abruzzo (6). Un paio di giorni con quattro candidati per oliare la macchina e poi, a regime, con sei candidati al giorno. Passo spedito, tanto che al settimo piano stimano di chiudere le prime tre graduatorie regionali (Basilicata, Bolzano e Calabria per un totale di 75 giornalisti) entro febbraio. E sarà proprio allora – a quanto apprende AdgInforma.it – che dovrebbero scattare le prime assunzioni lampo da stabilire in base alle necessità su base regionale. Usigrai, Tgr e Testate nazionali premono per colmare al più presto le carenze d’organico. Escluso dunque che si aspetti fino a maggio, ovvero il termine delle prove individuali, per le assunzioni. Insomma, i giornalisti conosceranno in tempi brevi la propria graduatoria (valida per due anni). E subito dopo molti di loro – soprattutto se candidati a lavorare in redazioni con “necessità” – avvieranno le pratiche per cominciare a lavorare.

Approfondimenti