Concorso giornalisti Rai: orali (in presenza) dal 20 gennaio 2021

0
3347

Il 27 ottobre la Rai ha pubblicato le 16 graduatorie regionali della prima fase (prova preselettiva) del concorso che inserirà nell’organico della Tgr 90 giornalisti. Ora è tempo per i 271 prescelti di prepararsi alla II e alla III fase di selezione: le prove individuali. A quanto apprende AdgInforma.it, la data individuata per l’inizio degli esami è mercoledì 20 gennaio 2021. E per aggirare il covid – e tutti problemi logistico organizzativi che comporta la pandemia – la commissione, al gran completo, esaminerà i candidati non a Saxa Rubra – come in occasione del precedente concorso – ma probabilmente nella ex sede di Sky di Via Salaria, alla periferia di Roma.

LA BOLLA SULLA SALARIA – L’idea, insomma, è quella di creare una piccola bolla, con accesso consentito solo agli autorizzati e muniti di tampone. La procedura – questo l’intendimento che trapela dal settimo piano – dovrebbe chiudersi in sette settimane con otto candidati esaminati ogni giorno. La commissione esaminatrice stima di chiudere il ciclo per la metà di marzo, per consentire le assunzioni a partire dai primi di aprile 2021.

SI PARTE DALLA BASILICATA – I primi candidati ad essere esaminati saranno quelli della Basilicata; gli ultimi (guardando all’ordine alfabetico) quelli dell’Abruzzo. La lettera estratta, invece, dovrebbe essere la Q. E’ bene ricordare che i punteggi conseguiti al test non conteranno nulla ai fini della formazione delle graduatorie regionali finali. Mentre verranno attribuiti punteggi aggiuntivi (fino a un massimo di cinque punti) per titoli acquisiti come la laurea o corsi di formazione in giornalismo riconosciuti dall’Ordine professionale. Qualora più candidati risultino in posizione di ex aequo al termine del concorso, l’azienda darà preferenza al più giovane. Le graduatorie regionali dureranno fino ad un massimo di due anni.

Approfondimenti