Confalonieri non è più un dipendente Mediaset

0
277

Fedele Confalonieri va in pensione – milanese, classe 1937, a Cologno dal 1996 – e lascia formalmente il gruppo Mediaset anche se manterrà la presidenza che gli è stata appena rinnovata dal cda. A fronte della risoluzione del rapporto da dirigente gli è stato concordato un pacchetto da 15 milioni di euro di buonuscita, composto da 6,5 milioni di euro di integrazione al Tfr e 8,5 milioni di euro lordi che verranno pagati alla cessazione dell’incarico. “Confa” sarà dunque un presidente non dipendente ma manterrà tutte le deleghe. Dimissioni dovute al fatto che non fosse più conveniente né per lui né per l’azienda continuare a versare contributi per la pensione.

Il cda Mediaset ha inoltre approvato la semestrale 2018 chiusa con 1,8 miliardi di euro di ricavi, in linea con i primi sei mesi del 2017, di cui 1,34 miliardi in Italia e 507 milioni in Spagna. Determinante l’andamento dei mercati pubblicitari: in Spagna la raccolta è stata pari a 502,3 milioni, in linea con l’esercizio precedente; mentre in Italia è cresciuta del 2,2% a 1,1 miliardi, a fronte di un calo del mercato dell’1,4%.

Approfondimenti