Corrispondenti Rai: dal 15 settembre 2020 Antonio Di Bella a New York

0
3335
I giornalisti Antonio Di Bella e Lucia Annunziata. Foto da ufficio stampa Rai.

Dal 15 settembre 2020 in casa Rai – a quanto apprende adgInforma.it – hanno preso servizio tre nuovi corrispondenti: Antonio Di Bella, ormai ex direttore di RaiNews24, atterra a New York; mentre a Bruxelles sbarcano Donato Bendicenti e Marilù Lucrezio. Ma andiamo con ordine. Mercoledì 20 maggio 2020 si è chiuso il job posting Rai per due posti nella sede di corrispondenza dal Belgio. Due posti lasciati liberi da Antonio Preziosi nel dicembre 2018, divenuto direttore di Rai Parlamento, e dal capo sede Alberto Romagnoli (dopo cinque anni di servizio) destinato a fine settembre alla vicedirezione di RaiNews24 alle dipendenze di Andrea Vianello. E tra i 25 candidati per Bruxelles, tra cui Giovanna Botteri, come detto l’hanno spuntata Bendicenti, caporedattore di RaiNews24 dove conduceva il programma “La Bussola”, che si racconta abbia avuto come sponsor David Sassoli, presidente del Parlamento europeo. E la Lucrezio, capo servizio esteri del Tg1.

LA GRANDE MELA – L’altro arrivo illustre nella squadra dei corrispondenti Rai è quello di Antonio Di Bella Oltreoceano. Prende il posto a New York di Oliviero Bergamini – anche lui destinato alla vicedirezione di Rainews24 – e seguirà con Claudio Pagliara e Dario Laruffa le elezioni presidenziali americane ormai alle porte. Inoltre è già partito un programma su Rai3 al fianco di Lucia Annunziata proprio sul voto americano. Purtroppo per Di Bella sembra fallito il tentativo di aprire una sede di corrispondenza da Washington. La Rai, infatti, è l’unica rete televisiva di peso che non ha una sede nella Capitale degli States. Un limite grave, anche perché solo i giornalisti residenti a Washington hanno diritto alla tessera stampa della Casa Bianca, che dà accesso ai briefing dello staff del Presidente. Inoltre qui hanno sede i più importanti “think tank” del mondo e tutti i ministeri, tra cui il Pentagono. Argomentazioni che però non hanno convinto l’ad Fabrizio Salini che sembra autorizzerà solo l’affitto di un locale per un paio di settimane nel momento caldo delle presidenziali.

UN PO’ DI COMPAGNIA PER LA BOTTERI – Un altro job posting per le sedi di corrispondenza Rai si potrebbe aprire a breve. Al settimo piano di Viale Mazzini si ragiona su un secondo corrispondente da Pechino dove Giovanna Botteri oltre a voler cambiare aria è costretta ormai da troppi mesi agli straordinari. D’altronde il servizio pubblico le chiede di coprire gli avvenimenti di Cina, Giappone e di tutti i Paesi sud-est asiatici. A gennaio 2021 il bravo Carlo Paris (ex di RaiSport) va in pensione. Magari la Botteri partecipa al job posting per Gerusalemme…

UNA FINESTRA IN SUD AFRICA E IN SUD AMERICA – Altro spostamento ipotizzato, poi, per la sede di Nairobi. La città africana prescelta per le corrispondenze Rai, infatti, dovrebbe essere Johannesburg, motore politico ed economico del continente. Ma la Chiesa ha fatto le dovute pressioni perché si restasse in Kenya e fino ad ora il settimo piano non ha ceduto. Inoltre in Viale Mazzini si sta ragionando sull’apertura di una sede di corrispondenza anche in Sud America. Quella di Rio de Janeiro, affidata ad Eugenio De Paoli in vista dell’Olimpiadi del 2016, è stata chiusa a fine Giochi. Altra città candidata, questa volta ad una riapertura, è Nuova Delhi (battezzata nel 2007, costava circa 150 mila euro l’anno) che è stata chiusa insieme a Beirut e Madrid. Infine qualcuno in Viale Mazzini culla la suggestione Dubai…

Tutte le sedi di corrispondenza della Rai 

1) Bruxelles: Donato Bendicenti (capo sede), Gavino Moretti, Marilù Lucrezio;
2) Londra: Marco Varvello (responsabile) e Stefano Tura;
3) Berlino: Gennaro Pellino (responsabile) e Barbara Gruden;
4) Parigi: Alessandro Cassieri (responsabile), Iman Sabbah e Nicoletta Manzione;
5) Gerusalemme: Carlo Paris e Raffaele Genah (responsabile);
6) Il Cairo: Giuseppe Bonavolontà (responsabile); Leonardo Sgura;
7) Istanbul: Lucia Goracci (responsabile) e Carmela Giglio;
8) New York: Claudio Pagliara (responsabile), Antonio Di Bella e Dario Laruffa;
9) Mosca: Marc Innaro (responsabile) e Sergio Paini;
10) Pechino: Giovanna Botteri;
11) Nairobi: Enzo Nucci.

Approfondimenti