Corrispondenti Rai: Leonardo Sgura in Egitto, Piero Marrazzo in ferie

0
2732

Dopo lo scambio di sede New York-Pechino che ha visto protagonisti in pieno agosto Giovanna Botteri e Claudio Pagliara, nelle sedi di corrispondenza della Rai si è appena mossa un’altra casella. Leonardo Sgura, ex caporedattore centrale del Tg1 ed ex vicedirettore di Rai Parlamento, è il nuovo corrispondente della Rai dall’Egitto. Ha raggiunto, infatti, a Il Cairo Giuseppe Bonavolontà. In attesa di capire chi raggiungerà Alberto Romagnoli (capo sede) e Gavino Moretti a Bruxelles, si registra inoltre la chiusura del caso Piero Marrazzo, caposede a Gerusalemme (incarico che ricopre dall’estate 2015). Era stato sospeso dall’azienda in via cautelativa il 25 luglio scorso, mentre era stato licenziato il senior producer, un professionista italo-israeliano che da anni seguiva l’aspetto organizzativo (spostamenti, riprese, quindi la parte amministrativa) della sede d’Israele. L’accusa? “Responsabilità dirette relative a irregolarità nella gestione amministrativa”. Ebbene, quel procedimento, partito da una lettera anonima arrivata a marzo scorso in Viale Mazzini che avvertiva sulla scomparsa di 15 mila euro, è chiuso e l’audit ha emesso l’ardua sentenza: sospensione di dieci giorni per Marrazzo, probabilmente per “omesso controllo”.

Nessuna responsabilità diretta, insomma, per il giornalista di 61 anni che attualmente – a quanto apprende Lo Specialista – risulta in ferie. Mentre Raffaele Genah, a lungo vicedirettore del Tg1, che ne ha preso il posto a Gerusalemme. Chi frequenta i corridoi del settimo piano è pronto a giurare che Marrazzo non tornerà a fare il corrispondente da Gerusalemme. Anzi che non tornerà proprio a fare il corrispondente. Ma in fondo sembra che avesse espresso il desiderio di tornare nella Capitale.

Tutte le sedi di corrispondenza della Rai –
1) Bruxelles: Alberto Romagnoli (capo sede), Gavino Moretti e una poltrona vacante;
2) Londra: Marco Varvello (responsabile) e Stefano Tura;
3) Berlino: Gennaro Pellino (responsabile) e Barbara Gruden;
4) Parigi: Alessandro Cassieri (responsabile), Iman Sabbah e Nicoletta Manzione;
5) Gerusalemme: Piero Marrazzo , Carlo Paris e Raffaele Genah (responsabile);
6) Il Cairo: Giuseppe Bonavolontà; Leonardo Sgura;
7) Istanbul: Lucia Goracci (responsabile) e Carmela Giglio;
8) New York: Claudio Pagliara (responsabile), Oliviero Bergamini e Dario Laruffa;
9) Mosca: Marc Innaro (responsabile) e Sergio Paini;
10) Pechino: Giovanna Botteri;
11) Nairobi: Enzo Nucci.

Approfondimenti