Credito d’imposta per la pubblicità anche nel 2021 e nel 2022

0
180
La pubblicità della Peroni nel video Mambo salentino dei Boomdabash

Buone notizie nella manovra sul fronte della pubblicità. Nella bozza della Legge di Bilancio appena varata dal Consiglio dei ministri e in arrivo in Parlamento viene confermato il credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali. Un credito d’imposta pari al 50% (e non più 75%) del valore incrementale degli investimenti effettuati che resterebbe in vigore per il biennio 2021-22.

Approfondimenti