Guerra Ucraina. I giornalisti Rai difendono Innaro – a cura di Telpress

0
810
Marc Innaro corrispondente Rai da Mosca - Foto da streaming

I giornalisti rai difendono Innaro, accusato di sovranismo (Fatto p.10). In Rai alzata di scudi per difendere il corrispondente da Mosca Marc Innaro, accusato di essere filo-Putin per aver fatto un ragionamento più complesso sulla situazione della crisi Ucraina. Addirittura un’interrogazione in Vigilanza del Pd chiede “una rotazione dei corrispondenti delle sedi estere”. Quasi una fatwa che, fa notare qualcuno, ricorda la campagna che la destra avviò contro Giovanna Botteri accusandola, quando era negli Usa, di essere troppo “anti-trumpiana”. Botteri poi fu spostata in Cina. Qualcuno pensa di fare lo stesso con Innaro? Intanto il giornalista viene difeso dal sindacato Usigrai: “Contro di lui accuse pretestuose e infondate. L’azienda difenda i propri cronisti”.