Dati Ads. Settembre nero dei quotidiani. In controtendenza solo Verità e Avvenire

0
554
Foto di Pexels da Pixabay

Quello da poco concluso è stato un settembre nero per i quotidiani. Praticamente tutti i principali quotidiani nazionali hanno perso copie in termini di diffusione totale (copie cartacee + digitali) nel mese post vacanze estive. Gli unici ad andare controtendenza sono La Verità (+1,87%) ed Avvenire (+6,57%), che confermano il trend positivo già segnato ad Agosto, cui si aggiungono, seppur con incrementi lievi, il Sole 24Ore (+0,05%) e il quotidiano in lingua tedesca dell’Alto Adige, Dolomiten (+1,71%).

Perdono copie tutti gli altri a partire dai quotidiani sportivi che dopo l’abbuffata di eventi estivi, sono quelli con l’emorragia maggiore di copie diffuse: la Gazzetta dello Sport perde oltre 31mila copie il lunedì e oltre 21 mila il resto della settimana; più di 4500 copie le lasciate per strada dal Corriere dello Sport, mentre Tuttosport ne perde 6471 durante le settimana e oltre 5300 il lunedì. Una perdita copiosa di copie diffuse la registra anche Il Messaggero (4264 copie) che inverte la tendenza dopo il buon rendimento di Agosto.

Non va meglio se si analizza l’andamento più a lungo termine. Nel confronto anno su anno l’unica testata ad uscire rafforzata rispetto ai numeri dello stesso periodo del 2020 è La Verità. Il quotidiano diretto da Maurizio Belpietro in un anno ha guadagnato quasi 3mila copie (+9,67%) passando dalle 29469 di Settembre 2020 alle 32320 di quest’anno. Per il resto le uniche testate che reggono il confronto con l’anno scorso sono Il Corriere della sera (+0,48%), Avvenire (+1,94%); Il Messaggero (+0,71%) e L’Eco di Bergamo (+0,04%). Tutti gli altri fanno segnare una perdita più o meno cospicua di copie.

La Top ten – I numeri di settembre mantengono praticamente inalterata la classifica dei primi 10 quotidiani italiani per diffusione. Il Corriere della Sera resta saldamente al comando seguito da La Repubblica e dal Sole 24Ore. Balza in avanti di due posizioni Avvenire, che grazie alle oltre 6mila copie diffuse in più, sopravanza la Gazzetta dello sport e La Stampa e si insedia al quarto posto assoluto. Dietro questo terzetto restano stabili Il Messaggero, al settimo posto, e Il Resto del Carlino all’ottavo. Al nono e decimo posto della classifica si scambiano nuovamente le posizioni il Fatto quotidiano ed il Corriere dello sport con il quotidiano sportivo che cede la posizione che aveva guadagnato ad Agosto al quotidiano diretto da Marco Travaglio.

Approfondimenti