Dazn, Giorgetti convoca i vertici al Ministero per chiarire sulla multivisione

0
138
foto: Sito Dazn

Il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha convocato al Mise i vertici di Dazn per fare chiarezza, a tutela dei consumatori, anche sulle ultime decisioni dell’azienda che detiene i diritti tv del calcio di serie A. Giorgetti, insieme con la sottosegretaria Anna Ascani che ha la delega sulla materia – si legge in una nota -, ha invitato i rappresentanti Dazn martedì prossimo 16 novembre alle ore 15.

Soddisfatti i consumatori – “Bene. Ottima notizia – ha commentato Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori -. E’ quello che abbiamo subito chiesto a Dazn: fare immediatamente chiarezza”.

“In via generale, infatti, l’art. 70 comma 4 del Codice delle Comunicazioni elettroniche consente di modificare unilateralmente le condizioni contrattuali nel corso del rapporto. Il Codice, però, impone di comunicare le modifiche al cliente con un preavviso non inferiore a trenta giorni e questo avviso deve contenere le informazioni complete circa l’esercizio del diritto di recesso” prosegue Dona. “Quello che invece non è mai consentito, è lasciare messaggi ingannevoli e sbagliati sul sito, dove ancora ora si promette in home page che ci si può connettere fino a 6 dispositivi e guardare contemporaneamente su due, come garantito anche dall’art. 8 comma 3 delle loro Condizioni contrattuali di utilizzo. Ecco perché se la notizia di ieri fosse confermata, presenteremo un esposto all’Antitrust per pratica commerciale scorretta” conclude Dona.

Approfondimenti