Diritti tv – Accade oggi 30 marzo

0
146

Serie A. altra sconfitta per Sky (MF p.5, Sole p.23 e altri): la Lega non accetta gli 87 mln per i tre match del pacchetto 2 (la sfida del sabato sera, l’anticipo della domenica all’ora di pranzo e il posticipo del lunedì sera) che rispetto ai 70 milioni annui iniziali era stata incrementata a 87 milioni. Dopo quasi 20 anni di “matrimonio”, al momento la prospettiva è quella di un divorzio totale fra la Serie A e una Sky che è stata per quasi quattro lustri il riferimento per i club e per gli sportivi nel calcio a pagamento. Adesso la Lega dovrà allestire una nuova asta per le tre partite rimaste invendute del pacchetto 2 e di quelle del pacchetto 3 che, assegnato all’Ott, è stato automaticamente congelato dopo l’esito dell’assise di ieri. Il bando bis deve perciò essere ancora tutto impostato e potrebbe essere differente da quello scaduto ieri. Non è da escludere che si possa prevedere  l’inserimento di una o più partite in chiaro. A questo punto bisogna capire chi, oltre a Sky,  sarà interessato. Con la Rai quasi completamente fuori dai giochi e con Amazon finora assente dalla gara. Non è escluso che Mediaset valuti le condizioni della nuova asta, la tv dei Berlusconi in caso punterebbe esclusivamente a una partita in chiaro, il posticipo, anche se il lunedì sera in palinsesto il programma di punta è e resta il reality show di Canale5 e difficilmente il Biscione modificherà la programmazione.