Diritti Tv: Sky (per ora) deve pagare 131 mln alla Lega calcio

0
165
Maximo Ibarra, Ad Sky Italia. Foto da ufficio stampa Sky Italia.

Sky deve pagare alla Lega calcio – in attesa di una nuova udienza fissata per il prossimo 8 giugno 2021 – la sesta e ultima tranche dei diritti tv della scorsa stagione da 131 milioni di euro. Una rata che il Gruppo guidato da Maximo Ibarra aveva congelato, causa pandemia e sconvolgimento del calendario di Serie A, in attesa che da Via Rosellini concedessero almeno uno sconto. Ma la Confindustria del calcio ha risposto con gli avvocati e il Tribunale di Milano – proprio oggi – ha ordinato (senza entrare nel merito) l’esecuzione provvisoria del decreto ingiuntivo contro Sky. Una decisione che in casa Comcast si aspettavano, non a caso proprio in queste ore hanno fatto arrivare sul tavolo della Lega – che comunque continua a prendere tempo – un’offerta di oltre 505 milioni in cambio dell’assegnazione del bando dei diritti tv della Serie A per il prossimo triennio. In pratica il 50% dell’importo della prossima stagione più, appunto, i 130 milioni dell’anno scorso. Un’offerta che ha fatto storcere il naso a Dazn. “Sky ottempererà alla provvisoria esecuzione del decreto in attesa del giudizio di merito – spiega una nota di Sky -. Sky ha sempre cercato di portare avanti un dialogo costruttivo con la Lega stessa anche in virtù del proprio ruolo di partner storico e affidabile”.

Approfondimenti